Quantcast
Il dibattito

La Regina senza i mezzi pesanti: anche i 5Stelle favorevoli alla proposta dei sindaci

Raffaele Erba, consigliere regionaler:"E' il momento di trovare soluzioni concrete per i cittadini"

La proposta di stop ai mezzi pesanti avanzata da cinque sindaci dei Comuni della sponda occidentale del Lago attraversati dalla “Regina” trova il favore del MoVimento 5 Stelle che si è sempre battuto per snellire il traffico veicolare e per incentivare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici. Stanchi del caos provocato e dei disagi provocati ai residenti di Tremezzina, Argegno, Colonno, Sala Comacina e Menaggio, gli amministratori hanno proposto di impedire il transito ai camion di lunghezza superiore ai 9 metri tra Argegno e Menaggio e di consentire il passaggio di autoarticolati soltanto in determinate fasce orarie.

 

L’ultima parola spetterà al Prefetto di Como Ignazio Coccia che dovrà valutare la praticabilità della proposta presentata dai primi cittadini lariani.

 

Il problema del traffico dovuto al transito dei mezzi pesanti lungo la Statale Regina si trascina ormai da troppo tempo. E’ arrivato il momento di trovare delle soluzioni concrete non soltanto per garantire maggiore tranquillità ai residenti ma anche per cercare di limitare le code e l’inquinamento”, dichiara Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle. “Siamo favorevoli alle limitazioni ai mezzi pesanti proposte dai sindaci, ma allo stesso tempo riteniamo necessario applicare ogni contromisura possibile perché i problemi di viabilità e le soluzioni proposte non incidano sul tessuto socioeconomico dell’area, danneggiandolo. Proponiamo quindi, parallelamente alla messa in vigore del senso alternato per camion e pullman, di attivare un tavolo per studiare il progressivo spostamento di alcuni flussi di traffico dalla Statale “Regina” al trasporto lacustre. Si potrebbe cominciare dal settore turistico, sostituendo gli autobus turistici con battelli di linea o di compagnie private e, nel caso di risultati positivi, ampliare tale azione anche al trasporto merci. Solo riducendo il numero di mezzi che transita lungo la sponda del lago si riuscirà a diminuire il traffico ed a essere pronti a ridurre i disagi viabilistici che il futuro cantiere della Variante Tremezzina inevitabilmente porterà”, conclude Raffaele Erba.

 

Contraria a questa soluzione Confcommercio che ieri, senza mezzi termini, ha bocciato la proposta dei sindaci del lago definendola una pazzesca penalizzazione per gli operatori commercialiu e turistici della zona.

 

 

 

leggi anche
strettoia ossuccio regina
La nota
Via il traffico pesante dalla Regina, Confcommercio boccia la proposta dei Comuni
commenta