Il cordoglio di tutta la Valle d’Intelvi: addio al pompiere volontario a soli 47 anni foto

Lascia la moglie ed un figlio in tenera età. Attoniti i colleghi del distaccamento di San Fedele. Domani il funerale.

Massimo Ratti aveva solo 47 anni. Un uomo di grande coraggio e determinazione come lo ricordano amici e colleghi. Era volontario dei pompieri del distaccamento di San Fedele Intelvi dove ha lavorato fino a quando la malattia lo ha consentito. Ieri mattina il suo decesso dopo una lunga battaglia combattuta come un leone fino all’ultimo. Uno choc per l’intera comunità di Castiglione Intelvi – dove abitava con la famiglia – e di San Fedele dove era molto conosciuto. Non solo come pompiere, ma anche per la sua attività di autista di Asf svolta per parecchi anni.

Un grande dolore, una perdita che lascia attoniti. Massimo lascia la moglie ed un figlio di pochi anni. A loro si stringono in queste ore tutti i colleghi del comando provinciale di Como, oltre ovviamente a quelli del distaccamento di San Fedele che, con il responsabile Alessandro Canali, insieme a tutti i suoi vigili, sta organizzando un saluto particolare per Massimo. Saranno infatti presenti tutti in divisa e con i loro automezzi schierati per l’ultimo saluto.

Il funerale di Massimo domani alle 14,30 nella chiesa di Sant’Agata a Castiglione Intelvi, il paese di residenza. Sarà l’arciprete Don Giovanni Meroni a celebrare la funzione. Presenti anche tutti i rappresentanti del comando provinciale tra cui il comandante Marcella Battaglia.