Ancora allarme per i furti nel comasco: in casa e nei parcheggi dei centri commerciali foto

Ora preoccupano anche le "spaccate" sulle auto in sosta. Due colpi a Cantù, portato via anche lo zaino da scuola di una bambina.

Un allarme che non si ferma mai. Forse attenuato nel periodo di fine anno. Ora i furti nel comasco sono ripresi e le segnalazioni sono davvero tante in questi giorni. Ad iniziare dalle “spaccate” alle auto in sosta ai centri commeriali del territorio. Due in pochi giorni a Cantù. Al Bennet di corso Europa ed al discount Lidl. Nel primo caso i ladri hanno anche rubato una cartella di una bambina con all’interno strumenti di scuola ed i ladri. Lasciando la piccola con tanta amarezza e le lacrime amare di chi ha perso una parte importante dei suoi oggetti personali.

furto borsa auto generica ladro

 

E poi ci sono quelli in casa. Segnalati anche nelle ultime ore tra San Fermo e Cavallasca con due persone vestite di scuro notate in zona via Fittavolo a girare con fare sospetto e poi fuggiti a piedi. Ma colpi messi a segno anche ad Olgiate in via Borromini ed Oltrona San Mamette dove i proprietari di una casa in piazza Europa lamentano la scomparsa di soldi e oggetti preziosi e ricordi di una vita. Ladri entrati da una finestra (rotto) in una villetta di via Segantini a Merone.

 

Nei giorni scorsi il Questore di Como aveva parlato di questo fenomeno spiegando che il numero complessovo dei colpi – nell’ultimo anno – era sensibilmente calato sul territorio. Ma questo ritorno dei furti torna a preoccupare i cittadini anche se le forze dell’ordine sono sempre in stato di allerta da settimane. E pronte ad intervenire.