Quantcast

GRRLS! unA mostrA collettivA al femminile foto

Cinque Grrrls sono in mostra fino al 5 gennaio negli spazi del Chiostrino di piazzolo Terragni a Como per Stazione Artificio, la rassegna d’arte giovane. Il loro è un dialogo fatto di forme e colori tra star con diverse personalità, diversi sguardi e diversi linguaggi espressivi ma con un comune denominatore: essere GRRRLS!

&nbsp

Ecco le Grrrls! creature di un pianeta effervescente che hanno invaso la città:

BIC INDOLOR (Anna Canavesi) www.bicindolor.com
MINART (Martina Cordaro) Minart Instagram
SERENA GIANOLI www.serenagianoli.com
CLOROFILLICHE (Susi Mauri) Clorofilliche Instagram
&nbsp
stazione artificio mostre
&nbsp

Anna Canavesima se può scegliere preferisce il nome Bic Indolor. È il nome che, da dieci anni circa, ha scelto di attribuire al mondo che mette su carta.
I soggetti “Bic” per eccellenza sono gli animali, che indossano camicie (nella vita “vera” è una textile designer), suonano il banjo e recitano poesie, diventando la medicina per ciò spaventa l’artista, per quello che non riesce a capire, aiutandola ad alleggerire la noia del reale.

Martina Cordaro (aka Minart) ha 28 anni e ha iniziato a creare sculture di carta nella primavera del 2017, come hobby. Grazie alla partecipazione ad una mostra ed esponendo i propri lavori all’interno di alcuni locali è riuscita a far conoscere a più persone questa tecnica, fino ad arrivare all’organizzazione di alcuni workshop.

Serena Gianoli vive e lavora a Milano come illustratrice e grafica tra linee in bianco e nero e palette colorate. Nel suo zaino non mancano mai sketchbook e penne per disegnare.

 Silvia Mauri è un’eterna bambina che saltella per il mondo travestita da cornacchia, tra un salto e l’altro lavora come illustratrice freelance per bambini dagli 0 ai 122 anni. Ha collaborato con Editoriale Scienza, Rizzoli, Mc Editrice, Rolling Stone magazine, Hoppípolla, Bepart, Courmayeur Noir in festival, Collective Arts Brewing, ABI Associazione Banche Italiane, Storie da non raccontare.

Susi Mauri (classe 1987) grafica di professione si forma presso la NABA di Milano. Quando non lavora come grafica trascorre il suo tempo in mezzo alla natura. Durante le sue scorribande nei boschi realizza composizione ordinate e composte utilizzando quello che la natura le offre (foglie, bacche, semi, baccelli, erbacce…). Nasce così nell’autunno 2014 il progetto Clorofilliche : un’idea che porta la curiosità per la natura verso una dimensione immaginaria.

7 dicembre 2019 – 5 gennaio 2020
GRRLS! unA mostrA collettivA