Quantcast

Ance Como: mostra e ristampa del volume di Gio Ponti “Lettere ai Parisi” foto

Ogni fine anno Ance, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, di Como, regala alla città un evento culturale in accordo con quello che Ance rappresenta e con il chiaro intento di valorizzare personaggi del ‘900 ed eccellenze del territorio. Lo scorso anno con la riedizione del catalogo “Colori e forme nella casa d’oggi”, prima grande mostra sull’arredamento di interni che fu ospitata a Villa Olmo nel 1957 venne omaggiato l’artista e designer Ico Parisi, quest’anno è Gio Ponti, architetto e designer milanese con tanti contatti anche nel comasco, il protagonista di una mostra nel ridotto del Teatro Sociale e di una pubblicazione presentata nei giorni scorsi, la ristampa del volume originale “Gio Ponti. Lettere ai Parisi” curata da Ance Como e dalla Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como con l’architetto Paolo Donà e con il contributo di Banca Mediolanum.  Il volume pubblicato nel 1994 e conservato presso la Galleria Civica di Modena, contiene il più significativo epistolario che Ponti tenne con la famiglia Parisi: in queste lettere il testo quasi non esiste, il pensiero è disegnato e la parola diventa segno grafico.

vivere alla ponti

L’ingegner Francesco Molteni, presidente di Ance Como, ha presentato per i nostri lettori la riedizione del volume e la mostra “Vivere alla Ponti” a cura di Molteni&C che occupa due sale del ridotto del teatro cittadino.

Fino al 6 gennaio l’esposizione “Vivere alla Ponti” rende omaggio al grande Maestro del ‘900, al suo design domestico, alla cura per il dettaglio e a una visione della modernità ancora attuale.

La mostra è un racconto insieme intimo e professionale, dentro le case milanesi della famiglia Ponti ma anche nello Studio Ponti, tra i tecnigrafi, i redattori di Domus e gli amici come Bruno Munari, fino ai primi progetti per l’ambiente di lavoro, tra le scrivanie di Palazzo Montecatini a Milano e nei più noti uffici Pirelli. Tutti luoghi pensati per chi li abita, per la felicità dei figli, per il comfort degli impiegati, per l’efficienza del lavoro. “L’architettura è un’interpretazione della vita”, scriveva Gio Ponti, progettando luoghi in cui architettura, interni e arredi si integrano armoniosamente.

presentazione mostra vivere alla ponti ridotto del teatro sociale di como
vivere alla ponti

La mostra è curata da Molteni&C, la grande azienda dell’arredamento fondata nel 1934 che festeggia la sua storia di qualità, ricerca e innovazione, rinnovando l’attenzione per i maestri dell’architettura e del design come Gio Ponti, ambasciatore dell’Italia nel mondo di cui Molteni &C porta avanti un progetto di riedizione dei suoi arredi, un percorso iniziato nel 2010 che ha permesso di produrre una collezione che di anno in anno si amplia con novità spesso inedite, e che sfocia, nel 2016, in un accordo in esclusiva mondiale con gli eredi Ponti per la riedizione dei suoi arredi nel prossimo futuro.

vivere alla ponti

Al grande maestro del ‘900 è stato dedicato anche il documentario “Amare Gio Ponti”, presentato in anteprima al Milano Design Film Festival 2015, che sarà proiettato in occasione della mostra. Il film è curato da Francesca Molteni e prodotto da Muse, in collaborazione con Salvatore Licitra/Gio Ponti Archives e promosso da Molteni&C.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 19.00

“Vivere alla Ponti” è realizzata con il contributo di Banca Mediolanum e di Arredamenti Peverelli  Questo nuovo e ambizioso progetto culturale sigilla l’attenzione che Ance Como ormai da anni rivolge al design e all’arte facendosi promotrice, al fianco di partner qualificati, di eventi di elevata valenza artistica.

presentazione mostra vivere alla ponti ridotto del teatro sociale di como