Quantcast

Panathlon Como, il passaggio delle consegne nella serata degli auguri e di Zappelli foto

Achille Mojoli lascia la carica dopo quattro anni. Ceriani al suo posto. Emozione e tanti premiati, in sala anche Igor Cassina

Più informazioni su

Alla fine è stata una festa. Come doveva essere. Anche se il presidente Achille Mojoli un paio di volte ha dovuto far fatica a rimandare indietro le lacrime ed il magone. Emozione per chi ha guidato con passione ed entusiasmo il Panathlon di Como in questi anni, facendolo diventare un punto di riferimento del mondo sportivo ed associazionistico del territorio. Ora conta 65 soci (proprio nell’anno del 65esimo di fondazione) ed una credibilità internazionale notevole. Certificata dalla presenza di Mario Chen, cinese anche se italiano di crescita, uno dei personaggi più influenti del mondo sportivo cinese da noi. Cambio di consegne, si diceva. E così è stato. Mojoli, dopo una serata di auguri – annuale ritrovo – ha salutato tutti ed ha ceduto lo stemma di responsabile a Edoardo Ceriani che ora è pronto a guidare il club. Per Achille omaggio commovente dei suoi soci (video sopra).

serata di auguri 2019 panathlon di como premiazioni palace como pierre zappelli e igor cassina greta parravicini

 

Poi le parole del numero uno del Panathlon mondiale, Pierre Zappelli, prima volta a Como giusto per questo passaggio e per i 65 anni del club. Al suo fianco anche il sindaco Mario Landriscina  e l’assessore allo sport Marco Galli.

Le parole di commozione anche del medico sportivo Claudio Pecci, insignito di un premio importante (Chiesa Award) per i meriti acquisiti in questi anni.

E tanti applausoi per la giovane Greta Parravicini, la 19enne di Cernobbio che ha ricevuto nelle sue mani il premio giovani di Banca Generali e Panathlon per il suo impegno sportivo (ottimo) e scolastico (altrettanto notevole).

 

serata di auguri 2019 panathlon di como premiazioni palace como pierre zappelli e igor cassina greta parravicini

 

I saluti ai presenti – con aneddoti e ricordi della sua medaglia d’oro ad Atena – con Igor Cassina, olimpionico. Lui l’ospite d’onore della serata assieme a Zappelli e Jeno Kamuti (presidente internazionale commissione fair-play)

 

 

 

Più informazioni su