La Foto Notizia di CiaoComo

Foto notizia

La Presidente del Senato consegna il Premio al Volontariato 2019 all’Associazione Cometa,

Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto oggi nell’Aula di Palazzo Madama la
cerimonia di assegnazione del Premio al Volontariato 2019, nono appuntamento di Senato&Cultura, la
rassegna promossa e realizzata in collaborazione con la Rai per valorizzare “le eccellenze
italiane” e che per l’occasione ha portato nell’emiciclo del Senato il mondo italiano del
non-profit e della solidarietà.

Il Premio al Volontariato è un riconoscimento istituito per la prima volta nella storia del Senato
per volontà del Presidente Casellati.

“È soprattutto grazie alle donne e agli uomini che ogni giorno offrono tempo, capacità, energie e
passione per aiutare e sostenere gli altri, che l’Italia è diventata il Paese che conosciamo e che
amiamo – ha detto in apertura il Presidente del Senato Elisabetta Casellati – ce lo dice la nostra
storia nazionale, fortemente legata all’attività sociale e solidaristica. Un’attività che produce
un duplice virtuoso effetto: garantisce un supporto a chi ne ha bisogno; dona forza interiore e
positività ai volontari e a tutti coloro che si dedicano agli altri. Sono infatti straordinari i
racconti di tanti volontari che spiegano come nell’assistere gli altri si riceva molto più di
quanto si possa immaginare”.

“È da questa considerazione che ho immaginato e ideato questo premio” ha concluso. La giuria
presieduta dal Professor Stefano Zamagni e composta da Maria De Filippi, Riccardo Bonacina,
Ferruccio De Bortoli e Angelo Moratti ha scelto di premiare quattro associazioni: Cometa (sociale)
Legambiente (Ambiente) Avsi (cultura) e Lega del Filo d’Oro (Salute).

A ritirare il premio – una creazione realizzata dal maestro Lello Esposito – dalle mani del
Presidente Casellati sono stati Erasmo Figini (Cometa), Stefano Ciafani (Legambiente) Rossano
Bartoli e Renzo Arbore (Lega del Filo d’Oro) e Patrizia Savi (Fondazione Avsi).

cometa premio volontariato

La cerimonia è stata arricchita dal contributo e dalla testimonianza di Amedeo Minghi, Geppi
Cucciari, Eleonora Buratto, Manuel Bortuzzo e Tiziana Di Masi: personaggi simbolo dell’impegno
sociale, così come lo è Lorella Cuccarini a cui è stata affidata la conduzione.

Nel corso dell’evento, aperto dall’Inno italiano, eseguito dal Coro della Mani Bianche, diretto da
Isabelle Binet, e dal Coro dell’Academia Alma Vox, diretto da Alberto de Sanctis, accompagnati al
pianoforte da Susanna Piermartiri, è stato proiettato un filmato, realizzato da Rai News, che
racconta la storia del volontariato in Italia.
L’intera cerimonia è stata trasmessa in diretta su Rai2, a cura di RAI Parlamento.
Questo premio è un punto di certezza e un punto di verità. Il riconoscimento che i corpi intermedi
possono continuare a costruire liberamente il bene comune, buttando il cuore oltre la cima.
Continuare a servire il bisogno primario con una risposta quotidiana, semplice e di qualità.
Semplice perché ho capito che nella vita sono i sì che contano e non i se. E il primo sì è quello
che ha generato Cometa. Perché semplice e di qualità? Semplice perché dire sì a un bambino malato
di HIV che nessuna voleva, accoglierlo a casa e accorgerti di amarlo come un figlio porta alla
qualità che tu riversi ai tuoi figli naturali…e questa qualità si riversa su tutti quelli che
accogliamo quotidianamente.”
afferma Erasmo Figini, co-fondatore di Cometa, durante la cerimonia di premiazione.

“Grato infinitamente per questo riconoscimento e commosso, se penso alle facce di tanti volontari
e amici, che hanno permesso l’imprevedibile avventura che è stata la storia di Cometa.” afferma
Innocente Figini, co-fondatore di Cometa durante la cerimonia.

commenta