Lui e l’amico sono nei guai: la polizia li arresta per la droga nel box di casa foto

Rinvenuto hashish, ma anche soldi ed una pistola scacciacani. Due 20enni di POnte Chiasso in carcere per detenzione a fini di spaccio

Blitz della Squadra volante della Questura di Como, in due distinti  interventi connessi tra di loro, la notte scorsa: gli agenti hanno arrestato due cittadini italiani per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando 1,3 kg di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana, denaro contante, per un ammontare di quasi 10.000 euro.

 

LA RICOSTRUZIONE DELLA POLIZIA

Alle 21.20, durante un servizio per il controllo del territorio, i poliziotti della Questura notavano due ragazzi in una strada del centro cittadino; prima del controllo uno dei  due, L.P.L. italiano appena ventenne, faceva cadere a terra un panetto contenente della sostanza stupefacente. Da un controllo sommario sul giovane si rinveniva della sostanza stupefacente del tipo marijuana ed un bilancino di precisione funzionante occultato nelle tasche dei pantaloni.

 

Pertanto, vista la situazione, procedendo ad effettuare una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del ragazzo in zona Ponte Chiasso, all’interno della cameretta venivano rinvenuti Euro 8.270,00 Euro, suddivisi in banconote di vario taglio, una scacciacani con  47 munizioni calibro 8mm x 20, e, all’interno di uno scooter una busta in cellophane contente sostanza stupefacente di tipo Marijuana per 160 grammi.

Notando lo stato di agitazione  del ragazzo, la perquisizione procedeva con maggiore meticolosità, ed infatti, nella cavità di un muretto, venivano rinvenuti 9 panetti di sostanza stupefacente (TIPO HASHISH), identico a quanto rinvenuto in via Franscini in possesso del giovane spacciatore.

Ma tale attività, di certo non ordinaria per il territorio lariano, spingeva i poliziotti della Questura ad approfondire la vicenda, e prestando attenzione ai contatti del ragazzo sul suo telefono  l’attenzione si è concentrata in particolare su di un cittadino italiano H.A., incensurato appena diciannovenne, che veniva sottoposto a perquisizione domiciliare.

Dai controlli effettuati nel box nella sua disponibilità venivano trovati, infatti, panetti di hashish simili a quelli sequestrati nel precedente intervento, per un totale di 225 grammi, oltre ad un bilancino di precisione, 1000 euro uro in contanti e svariate buste utilizzate per lo spaccio, con ancora presenti residui di sostanza stupefacente.

Alla luce della rilevante sostanza stupefacente rinvenuta e sequestrata, per un totale complessivo di 1,3 kg, alla somma di 9380,00 Euro in contanti, alla pistola scacciacani e a tutta l’ulteriore strumentazione finalizzata allo spaccio,  i due giovani sono stati arrestati per il reato di cui all’art. 73 DPR 309/90, con contestuale trasferimento presso la Casa Circondariale “Bassone.