Quantcast

Mostre: “Così perfetti nella loro imperfezione”, i manichini nelle foto di Elena Cantaluppi sono “Quasi umani” foto

Al primo sguardo potrebbero sembrare ritratti umani, ma poi ti accorgi che le fotografie esposte allo Studio Francesco Corbetta in via Rodari 8 aComo, sono manichini. Quelli che popolano le vetrine di tutto il mondo e servono a rappresentarci in un’altra veste, a volte hanno volti con tratti somatici appena tratteggiati, altre verosimiglianti…quasi umani.

elena cantaluppi quasi umani

“Quasi umani” è il titolo della mostra di Elena Cantaluppi che rimarrà aperta, in orari di negozio, fino al 9 novembre. Fotografa, al suo terzo appuntamento, Elena con questo ciclo di opere ci propone un nuovo capitolo del suo personale ed articolato discorso. Questa volta si tratta di un’indagine interiore ed un invito alla riflessione sulla condizione umana.

Da fotografa, quale è, usa le immagini, e il manichino, soggetto inanimato (immobile o senza anima?), diventa lo strumento con
cui rappresentare il suo giudizio. “Quasi umani – dice l’artista – è la condizione di  sentirsi “quasi”: quasi perfetti, quasi imperfetti, quasi amati, quasi odiati, quasi voluti. Quasi insomma…e ogniuno potrà specchiarsi negli occhi di uno dei miei Quasi, con la sua umanità”