Como, in viale Varese arriva il parco giochi anche per i bambini con disabilità foto

Dieci postazioni, collocazione da settimana prossima. La soddisfazione dei quattro club che hanno realizzato questo bel progetto con il supporto del Comune.

Le associazioni Kiwanis Como, Leo Como Chronos, Lions Club Como Host e la classe Tusann e Fioeu 1943 dell’associazione La Stecca, nello spirito dei propri scopi statuari, si sono impegnate di realizzare a propria cura e spese un parco giochi inclusivo all’interno del giardino pubblico di viale Varese, per lasciare un segno e intervenire in città a favore dei bambini. Oggi la presentazione ufficiale in Comune, che ha fornito il supporto ed accelerato le pratiche necessarie,  con le parole (video sopra) dell’assessore al verde e giardini Marco Galli.

a Como presentazione in comune parco giochi inclusivo viale varese con assessore galli

 

Il principio informatore del progetto è quello di assicurare ad ogni bambino anche con disabilità fisiche o sensoriali di dedicarsi al gioco insieme agli altri bambini, senza alcuna discriminazione, in un luogo dignitoso di aggregazione sociale con giochi inclusivi. L’area in cui verranno collocati i giochi inclusivi si trova nel tratto compreso tra la via Dell’Annunziata e via Luigi Zuccoli. Si sviluppa lungo un percorso pedonale e spazi di sosta articolati per una lunghezza di circa 160 metri ed una larghezza di circa 1,8 metri. I lavori per la loro collocazione inizieranno già martedì prossimo: si conta di chiudere l’intervento nel giro di un paio di giorni.

 

L’intervento doterà il parco di dieci giochi inclusivi anche per bambini con disabilità, collocati lungo il prato posto tra il percorso pedonale e il viale che delimita il parcheggio. L’altezza di caduta dei singoli giochi, compresa l’altalena, è sempre inferiore a un metro e pertanto la loro collocazione su prato è conforme alle norme di sicurezza e alle direttive europee per il gioco inclusivo “Play For All”. Il percorso pedonale ed il prato su cui saranno posti i giochi sono sullo stesso livello per cui non vi è alcuna barriera architettonica da superare. Il fissaggio dei giochi a terra verrà eseguito con la formazione di plinti in calcestruzzo e l’ancoraggio con tasselli metallici specifici per ogni gioco.

 

Le associazioni promotrici che si sono rese partecipi dell’intervento hanno scelto di affidare l’incarico della fornitura e posa dei giochi all’impresa Legnolandia s.r.l. con sede a Forni di Sopra (Udine), leader nel settore e accreditata per gli interventi richiesti.