Ubriachi e senza il casco sul ciclomotore: insulti e botte ai vigili, arrestato foto

Movimentato episodio, lui e l'amico fermati non senza difficoltà. L'assessore:"Avanti con i controlli per fermare questi comportamenti"

Un altro movimentato episodio nella notte a Como, con pronta risposta della polizia locale. Due giovani comaschi – di 27 e 29 anni rispettivamente – sono stati inseguiti e bloccati nella notte dai vigili mentre sfrecciavano in motorino senza casco a Camerlata. I due hanno poi insultato gli agenti. Il conducente del ciclomotore, che aveva un tasso alcolico oltre quattro volte rispetto al limite, ha iniziato a minacciare i vigili, che hanno chiesto l’intervento anche della polizia di Stato. Ha poi aggredito anche i poliziotti e ha provato a scappare per evitare il sequestro del motorino. E’ stato arrestato con l’accusa di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e guida in stato di ebbrezza. Processato oggi con rito direttissimo, ha patteggiato 6 mesi. Il passeggero denunciato a piede libero.

 

L’episodio di questa notte testimonia ancora una volta l’importanza dei controlli sul territorio – ha commentato l’assessore Elena Negretti – Per la seconda volta questa settimana, dopo l’intervento che ha permesso di fermare una donna alla guida in stato di ebbrezza lunedì scorso, la Polizia locale ha riscontrato che i due fermati avevano un tasso alcolemico oltre i limiti consentiti per guidare. Confermo pertanto la prosecuzione dei controlli mirati per contrastare questo fenomeno che mette a rischio la sicurezza di tutti e non solo di chi guida“.