La Briantea84 pronta per la nuova stagione: dal Brasile arriva il play Sanchez foto

Giocatore di qualità, tante presenze con la nazionale del suo paese. Ora la voglia di dare tutto per la squadra di Bergna:"Felice di essere qui"

La UnipolSai Briantea84 Cantù (basket in carrozzina serie A) ha ufficializzato l’arrivo di Marcos Candido Sanchez da Silva per la stagione 2019-20. Sbarcato nel tardo pomeriggio di oggi all’aeroporto di Milano Malpensa, Marcos sarà a disposizione di coach Marco Bergna per la prossima annata sportiva con un rapporto di collaborazione che lo legherà ai colori biancoblù fino al 31 maggio 2020. Nato a Belo Horizonte – Brasile – il 20 luglio 1982, Marcos Sanchez è sposato e ha tre figli: attualmente la sua famiglia vive a Campinas, un comune brasiliano nello Stato di San Paolo. Il playmaker con punteggio 3.0 – pronto per la sua prima esperienza extra continentale – è attualmente considerato il miglior giocatore brasiliano di basket in carrozzina dopo il premio assegnato dal Comitato Paralimpico brasiliano per la stagione 2018-19. Anche in occasione dei Parapanamericanos 2019 disputati a Lima, Marcos si è messo in mostra con la maglia della Seleção, nonostante il quinto posto in classifica che ha escluso la Nazionale dalla partecipazione alle prossime Paralimpiadi di Tokyo 2020. Nelle cinque partite disputate è risultato sempre tra i due migliori realizzatori dei match, per un totale di 95 punti messi a segno in 5 partite.

 

Nel 1998 Marcos Sanchez è stato convocato per la prima volta dalla Nazionale brasiliana. Partito dalla sezione Under, nel 2001 ha partecipato al Mondiale Under 23 in cui il Brasile ha conquistato in casa la medaglia d’argento e Marcos è stato inserito nel quintetto ideale della competizione. Con la Nazionale maggiore ha partecipato a 2 paralimpiadi – Atene 2004 e Rio 2016, quest’ultima chiusa al quinto posto -, a 3 Mondiali e altrettanti Parapanamericanos.

 

“Come atleta avevo bisogno di mettermi alla prova – ha commentato Marcos Sanchez – e ho preso in considerazione la possibilità di allontanarmi dal Brasile per giocare in una delle squadre più forti d’Europa. Ringrazio la UnipolSai per avermi contattato con la possibilità di vivere questa grande sfida. Sono molto contento di essere qui, pronto a dare il mio contributo alla squadra. L’obiettivo è quello di lavorare sodo per mettermi a servizio dei compagni e provare a togliermi delle soddisfazioni con la maglia biancoblù”.