Crisi di governo in vista ed aria di voto anticipato: rabbia del deputato Currò (5Stelle) foto

"Questa non è la Repubblica di Salvini: venga in parlamento a riferire perchè vuole chiudere questa esperienza. E non non eravamo in spiaggia...."

Voto anticipato dopo che la Lega sembra aver rotto definitivamente con il Movimento 5 stelle ? Se ne parla comasco di questa possibile eventualità negli ambienti politici e non. Una crisi arrivata nel bel mezzo dell’estate con la Lega che oggi ha annunciato una mozione di sfiducia al Premier Conte. E su questa situazione oggi interviene da Roma il deputato comasco (5Stelle) Giovanni Currò che attacca Salvini ed il suo operato
Il passaggio istituzionale voluto dl Ministro dell’Interno deve svolgersi davanti ai parlamentari – spiega –  perché questa non è la Repubblica di Salvini. Inoltre, il ministro dell’Interno deve spiegare in aula le ragioni della crisi e non con schizofreniche dichiarazioni stampa come quelle rilasciate nella giornata di ieri. In più, non è accettabile che venga svilito l’operato del Governo: ad oggi ne fa parte anche Salvini, quindi non è possibile che non si sia accorto di ciò che ha trattato e votato in questi mesi. Currò nega anche che questo è stato il governo dei no’ e noi parlamentari non eravamo in spiaggia come dice il Ministro dell’Interno. Ma al nostro posto a lavorare”.