Olgiate ancora sotto choc per il tir impazzito in strada:”Poteva essere una strage” foto

Autista ubriaco fradicio, il comandante della Polizia locale Fioravanti:"Nessun passante colpito, neppure auto e moto. E' stato un miracolo....". Ricostruzione e foto.

Si è andata bene, diciamolo. Ma in tutta sincerità abbiamo rischiato una strage….”. Mario Fioravanti, comandante della polizia locale di Olgiate Comasco, ammette tutto lo choc e la costernazione per quello che è accaduto sabato pomeriggio sulla via principale del paese dove un tir, condotto da un giovane autotrasportatore della Bielorussia, ha percorso la strada un paio di volte avanti e indietro in modo molto pericoloso, ad un certo punto ha urtato un semaforo e poi un distributore a Solbiate Comasco. Ha seminato il panico a Lurate Caccivio dove le ruote gli sono esplose. Alla fine, su segnalazione di alcuni motociclisti temerari, ma provvidenziali, Fioravanti ed i suoi uomini lo hanno bloccato.

 

L’autista è sceso scosso ed anche un pò spaventato. Era ubriaco in modo evidente: tasso alcolemico cinque volte superiore al consentito. Gli è stata ritirata la patente, mezzo non confiscato ma portato al deposito e poi ritirato dalla ditta Lituana per la quale lavora non senza un conto salato da pagare per i danni provocati in strada.

Un miracolo che non abbia colpito passanti, auto o moto – aggiunge ancora il comandante di Olgiate della Polizia Locale a CiaoComo – sbandava e zigzagava in modo pericoloso, ce lo hanno raccontato i testimoni. Poi sono esplose un paio di gomme, andava sui cerchioni. Un pericoloso pazzesco…“.

Lieto fine e sospiro di sollievo perchè non ci sono stati feriti. L’autista, al quale è stata ritirata la patente, non è stato arrestato, la decisione della Procura di Como anche perchè – pericoli e rischi a parte – non ha causato alcun incidente. Ma non era nelle condizioni per per poter guidare, specie un mezzo così grande. Aveva mangiato e bevuto abbondantemente quando la sua ditta gli avrebbe detto di riprendere la marcia verso l’Inghilterra. Da qui il suo pericoloso zig zag in strada. Notato da diverse persone. “Tengo a precisare e ringraziare che anche questa volta – conclude il comandante Fioraventi – c’è stata una perfetta collaborazione tra agenti di polizia locale del territorio. Abbiamo avuto un aiuto da Terre di Frontiera e questo ci ha agevolato molto. E poi anche dai colleghi di Beregazzo che hanno piantonato il camionista quando noi facevamo gli atti. Poi, come detto, sospiro di sollievo perchè non è rimasto ferito nessuno. Ma a ripensarci a mente fredda mi vengono ancora i brividi....”

 

Nella gallery sopra il tir lituano fermato sabato: ecco come era ridotto dopo aver percorso alcuni chilometri su alcune gomme scoppiate