Altra impresa del “Pirata” non vedente Fausto: in tandem fino allo Spluga! foto

Clerici con l'amico Alessandro in vetta dopo quasi 300 chilometri: stremato sul prato per riprendere fiato. Le immagini e la sua promessa:"Forse ne facciamo u n'altra...."

E’ stato di parola pochi mesi fa quando era venuto da noi a commentare l’ottimo risultato della 100 chilometri del passatore sull’Appennino tosco-romagnolo: completata con i suoi accompagnatori alla grande. “Vediamo ora di fare qualcosa d’altro….” ci aveva detto lasciando gli studi di CiaoComo. Detto e fatto. Fausto Clerici, 60enne anche se non li dimostra e per tutti gli amici “Pirata” per la sua grinta simile a quella del famoso ciclista, ne ha messa assieme un’altra di impresa. Lui, non vedente di Oltrona San Mamette, ha raggiunto con l’amico e compagno di avventura Alessandro Arlati la vetta del passo dello Spluga (2.177 metri) al confine tra Italia e Svizzera. Un traguardo pazzesco ed impegnativo raggiunto da Fausto dopo quasi 300 chilometri (come da foto sottdo del contachilometri). Alla fine, stremato, si è sdraiato sul prato dello Spluga per riprendere fiato. Ma la cosa eccezionale è che, in  tandem e guidato da una forza d’animo unica, Fausto è arrivato anche qui. Dalla corsa alla bici, non cambia nulla: il “pirata” continua a stupire.

 

Fausto Cleirci atleta non vedente in tandem con amico fino alla vetta dello Spluga

 

Ed adesso ci sono altre sorprese in arrivo. “Eh, boh….forse possiamo fare ancora qualcosa altro da qui a settembre” ci saluta con un invito che è una sorta di appuntamento. Aspettiamolo ancora ad altre imprese eh perchè Fausto quando ne dice una poi è davvero di parola…..