Cantù, i controlli del mercoledì notte: multe a raffica, giovane ubriaco in piazza foto

Molte sanzioni per guida pericolosa. Un ragazzo di Como perde la patente. Trovata anche droga da parte della polizia locale

Multe a raffica nella notte sulle strade di Cantù da parte della polizia locale, impegnata in concomitanza con il “mercoledìdrink” per controlli e verifiche. Molte le infrazioni contestate nella notte alla guida, un giovane ubriaco in centro con ritiro immediato della patente.

 

Durante i tre posti di controllo di polizia stradale, di cui uno compiuto tra le 02:00 e le 03:30 con l’utilizzo del telelaser, si esaminavano 31 veicoli con i relativi conducenti sottoposti al test preliminare per la misurazione del tasso alcolemico nel sangue; si contestavano 7 violazioni del codice della strada tra cui: un mancato uso delle cinture di sicurezza, un uso del telefonino durante la guida, tre superamenti dei limiti di velocità di 22, 24, e 28 km orari rispetto al limite di 50 k/h. Si precisa che l’aver commesso il fatto nel quadrante orario tra le 22:00 e le 07:00 e ritenuta qualificata dal codice della strada come un’aggravante da cui conseguono una sanzione amministrativa pecuniaria di euro 230,67 e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida. In aggiunta anche 16 sanzioni per sosta vietata in varie strade del centro di Cantù.

 

Alle 23,30 in piazza Parini veniva contestata la guida in stato d’ebbrezza ad un ragazzo residente a Como il cui tasso alcolemico nel sangue era pari a quasi tre volte il limite massimo consentito di 0,5 grammi/litro. Ritiro immediato della patente di guida e denuncia per lui. Rischia un’ammenda fino a 3200,00 euro, l’arresto da sei mesi ad un anno, la decurtazione di 10 punti dal documento di guida nonché la sospensione del medesimo da sei mesi ad un anno.

 

Per quanto attiene la sicurezza urbana ed il monitoraggio del <<mercoledrink>>, accertato un caso di consumo di sostanze stupefacenti con contestuale contestazione dell’articolo 6 del regolamento di Polizia Urbana con notifica dell’ordine di allontanamento e successiva segnalazione alla Prefettura di Como, un rinvenimento di sostanze di proprietà ignota, ed una perquisizione per il rintraccio di sostanze stupefacenti con esito positivo e sequestro delle stesse in quantità riconducibile all’uso personale.

I controlli proseguiranno nelle prossime settimane. L’Assessore alla Sicurezza e Legalità Maurizio Cattaneo è soddisfatto di risultati e verifiche fatte:”Il Comando sta perseguendo con caparbietà tutti gli obiettivi che ci siamo preposti in sede di insediamento. Sto assistendo, settimana dopo settimana, alla realizzazione dell’ambizioso piano di controllo che mi è stato illustrato ad inizio giugno dal Comandante e devo dire che i risultati da alcuni punti di vista sono sorprendenti. Noto una grande unità d’intenti tra tutti gli appartenenti al Corpo, una significativa coscienza del proprio ruolo al servizio delle Comunità, una grande autorevolezza che non può che suscitare nei loro confronti stima e rispetto”.