Como, passa la mozione: si al dormitorio comunale, contrari Lega e Rapinese foto

La votazione ieri sera nell'ultima seduta prima della pausa estiva. Ora la giunta si impegna a trovare un luogo dove poterlo fare.

Nell’ultima seduta prima della pausa estiva arriva il si. Passa – nella serata di ieri del consiglio comunale di Como – la mozione che ora impegna la giunta cittadina ad individuare un luogo dove realizzare il dormitorio comunale da circa 100 posti complessivi. Sede da identificare, ma il si è stato forte. Contrari Lega e Rapinese, tutti gli altri favorevoli (astenuto Magatti perchè assente). Il sindaco e la sua lista “Insieme” si sono astenuti al momento del voto.

 

La gestione dovrebbe essere affidata ad una organizzazione di volontari anche se le modalità devono ancora essere definite. Di fatto un si importante per una richiesta arrivata da più parti del territorio anche e sopratutto in questo periodo di caldo estivo dove i bivacchi sono ancora frequenti in varie zone della città.

 

Nei giorni scorsi si era parlato della struttura di Santa Teresa, attualmente ancora occupata dall’Università dell’Insubria che ha confermato l’intenzione di restare in quel comparto.