Como, borseggiatore deruba due cantanti lirici in vacanza: inseguito ed arrestato foto

La ricostruzione di quello che è accaduto stamane: fuga di pochi metri, fermato dagli agenti di polizia locale. IN manette un peruviano con numerosi precedenti alle spalle.

Movimentato episodio ed arresto da parte dalla Polizia Locale di un quarantottenne originario del Perù, residente a Monza, bloccato in flagranza di reato stamane dagli Agenti dell’Unità Operativa Interventi sul territorio della polizia locale. E’ successo intorno alle 10 quando una pattuglia di motociclisti nel transitare in Piazza Matteotti notava una persona fuggire in direzione del lungo lago inseguito da alcuni passanti; visto il trambusto gli Agenti bloccavano l’uomo che poco prima di essere raggiunto abbandonava una borsa sottratta ad una coppia di turisti cinesi.

 

Le indagini effettuate nell’immediatezza consentivano di riscostruire quanto accaduto in prossimità di Piazza Funicolare, ove i due turisti stavano scattando alcune foto; approfittando di un attimo di distrazione il peruviano si impossessava della borsa che la donna aveva poggiato per terra e si dava a precipitosa fuga. Accortisi immediatamente del furto i due malcapitati tentavano di raggiungere il responsabile, sino all’intervento della pattuglia di motociclisti che prontamente riusciva a bloccare il fuggitivo. Accompagnato in Comando, sentito il P.M. di turno, l’uomo veniva tratto in arresto. A seguito del fotosegnalamento e di interrogazione alla banca dati a carico del peruviano emergevano numerosi precedenti per reati contro il patrimonio ed evasione; numerosi i furti commessi in tutto il nord Italia ai danni di turisti ospiti di strutture ricettive.

 

Le perquisizioni eseguite nell’immediatezza consentivano il recupero di circa 250 dollari americani, 100 franchi svizzeri, 150 euro, 17 mila lire libanesi, nonché uno smartphone, schede sim, una borsa ed un portafogli di una importante firma della moda. Il denaro e gli accessori probabili provento di altri colpi commessi in zona venivano ritrovati indosso all’arrestato ed a bordo della vettura con la quale lo stesso è giunto a Como. I turisti cinesi, due cantanti lirici presenti sul Lario per una serie di concerti, ringraziavano gli Agenti intervenuti e recuperavano la borsa all’interno della quale erano custoditi soldi, carte di credito e telefoni cellulari.
Il processo per direttissima verrà svolto domattina. Agli agenti anche il grazie da parte dell’assessore Negretti:”Fondamentale la loro presenza sul territorio tra la gente“, spiega lei.