Manca il personale, chiude la funivia Pigra-Argegno: duro colpo per il turismo foto

Ogni anno 60.000 persone a bordo. Il sindaco spiega il motivo della decisione. Si spera di poter ripartire a breve.

Nel clou della stagione turistica eco la notizia che non ti aspetti: la funivia Argegno-Pigra da oggi chiude fino a nuova disposizione per mancanza di personale. Lo rivela il quotidiano “La Provincia di Como” in questa edizione domenicale. La decisione  è stata presa nel primo pomeriggio di ieri dal sindaco di Pigra Giovanni Balabio. “Con rammarico – spiega al giornale – abbiamo deciso la chiusura della funivia da domenica 7 luglio fino a nuovo avviso”.

 

Lo stesso sindaco spiega le ragioni che l’hanno portato alla decisione nel pieno della stagione turistica, ben sapendo che il collegamento con Argegno è vitale anche per quanti a Pigra abitano e lavorano. “Due dipendenti si sono dimessi, un macchinista ed un macchinista sostituto caposervizio. Ci siano attivati appena ricevute le dimissioni e avevamo individuato in un ingegnere responsabile di impianti a funi e un operaio che aveva già operato negli anni scorsi come macchinista, la possibile sostituzione. Ma Purtroppo – continua il sindaco – le abilitazioni programmate con il capo servizio e i documenti richiesti dal direttore di esercizio negli ultimi giorni non hanno permesso l’operatività delle persone individuate. Ci scusiamo per il disagio”.

 

Difficile dire quando potrà riprendere il servizio. Utile per i residenti, certo, ma anche per i turisti che si trovano in zona. In un anno sono circa 60.000 le persone che utilizzano questo servizio.