Quantcast

Altra vetrina prestigiosa per Como: da oggi la troupe Rai per “Paese che vai” foto

Riprese in centro ed a Brunate, nel pomeriggio al Tempio Voltiano. Un format molto apprezzato con uno share del 20% su Rai uno

Il Comune di Como e il Consorzio Como Turistica, già tra i promotori del progetto della Como Lake Film Commission, continuano a credere in questo strumento di marketing territoriale e proseguono nel dialogo con le diverse produzioni televisive compiendo importanti passi nella promozione del lago di Como come location di set televisivi e cinematografici.

 

Da oggi, martedì 2 luglio e fino a venerdì 5 luglio, Como ospiterà una troupe di Rai 1 impegnata nelle riprese di una puntata del programma PAESI CHE VAI. Si tratta di un format originale per la tv ideato e condotto da LIVIO LEONARDI. In media i telespettatori sono 1.700,00 con uno share che supera il 20%. L’ufficio Marketing territoriale del Comune ha offerto supporto operativo per la realizzazione delle riprese, il Consorzio Como Turistica ha fornito supporto logistico e organizzativo indicando location e protagonisti rappresentativi di Como e del suo territorio come già accaduto in passato con altre produzioni Rai come “Sereno Variabile” e “Terre Meravigliose”. Sono state individuate prestigiose location come Villa Olmo, il Tempio Voltiano, Villa Carlotta, Villa Balbianello, il monumento Life Electric e altre aree della città di Como tra cui piazza Duomo, la chiesa di San Donnino e il Museo della Seta, oltre a Brunate.
Protagonisti della puntata comasca saranno alcune delle più storiche e rappresentative location del nostro lago, la figura di Alessandro Volta e la tradizione serica comasca. Oggi riprese (foto sopra) fatte proprio al Tempio Voltiano con una controfigura di Volta, in mattinata in centro e poi anche a Brunate.

 

PAESI CHE VAI
Il programma racconta l’incomparabile patrimonio culturale, artistico e archeologico esteso sull’intero territorio nazionale. L’Italia può essere certamente considerata un grande “museo diffuso” da divulgare e promuovere. Il Territorio declinato nei suoi molteplici aspetti e risorse: la storia, l’arte, l’architettura, i siti archeologici, i monumenti, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi popolari, l’ambiente, le risorse naturali, le specialità enogastronomiche, le peculiarità dell’ingegno e del talento italiano ed internazionale. Tratta di curiosità legate ai luoghi: le particolarità, gli eventi, le feste. Racconta le aneddotiche legate ai luoghi dell’arte e della storia. Ogni calendario rispecchia la storia, le tradizioni, la cultura di un popolo: sul filo dei giorni e dei mesi si snoda una collana di miti e leggende, di riti ed usanze che spesso sono frutti sincretistici di stratificazioni millenarie. I paesaggi incontaminati, i parchi e le riserve naturali sono descritti nella loro eccezionale e sorprendente bellezza, patrimonio rigenerante da vivere e salvaguardare. Il programma va alla scoperta anche dei prodotti tipici, dei nostri prodotti di punta nel Mondo, del nostro ingegno e talento, della produzione “Glocal” il “locale” globalizzato. Una vetrina dell’Eccellenza del Made in Italy, una dimostrazione di come tradizioni e qualità sono il meraviglioso DNA di tutto il Paese.
Il “Viaggio” vissuto come un’esperienza indimenticabile di conoscenza di un territorio, attraverso i suoi incantevoli paesaggi, la sua affascinante storia, la sua ospitale gente, le sue deliziose tipicità, le sue interessanti peculiari curiosità. Un modo diverso e sorprendente di vivere i luoghi, i detti, i comuni, i “Paesi che vai”.

(http://www.raiplay.it/programmi/paesichevai/)

 

IL CONDUTTORE
Livio Leonardi è un giornalista italiano, Caporedattore e Capostruttura Rai. Dal maggio 2013 è Capostruttura del Nucleo Produttivo “Programmi di Rilevanza Istituzionale e di Servizio” di Rai1 nell’ambito del quale è ideatore, autore e conduttore del format originale Paesi che vai… Luoghi, detti, comuni, in onda dall’8 settembre 2013 su Rai1. Il 1º febbraio 2019 il giornalista Livio Leonardi è stato insignito della medaglia d’oro dalla Società Dante Alighieri per la diffusione, la divulgazione e promozione del patrimonio paesaggistico e culturale italiano.