In moto sulla Regina ad un passo dal coma etilico: fermato in tempo dalla polizia foto

E' successo ieri ad Argegno. Gli agenti della Stradale, in servizio in questo periodo in Tremezzina, lo hanno notato procedere in modo anomalo in strada. Tasso alcolico da brivido

Sconcertante episodio ieri pomeriggio sulla Regina: viaggiava in moto con una concentrazione di alcool quasi  sette volte superiore al consentito. E’ successo ad Argegno dive gli agenti del distaccamento estivo di Polizia Stradale di Tremezzina, nell’ambito dei quotidiani servizi di vigilanza stradale, hanno fermato P.V. italiano 49 anni residente a Meda che con la sua Yamaha R1 viaggiava in direzione Como a velocità sostenuta. Gli operatori gli hanno intimato l’alt e avendo notato che non era lucido, lo hanno sottoposto agli accertamenti, rilevando la presenza nel sangue di un tasso alcolemico di 3,42 g/l, come detto circa sette volte superiore al massimo consentito (0,5 g/l). Era ad un passo dal coma etilico con conseguenze facilmente immaginabili per lui, ma anche per altre persone in transito.

 

L’uomo, senza precedenti specifici, si è giustificato dicendo di aver bevuto qualche birra durante il suo giro sul lago iniziato qualche ora prima. Il rientro a casa è avvenuto con il carro attrezzi a seguito del sequestro del veicolo (tra l’altro immatricolato nell’aprile 2019), scongiurando così un gravissimo pericolo per l’incolumità sua e dei tanti turisti in circolazione ieri sulla Regina. Al 49enne, come ovvio, tolta anche la patente di guida.