Il reportage

La dura vita dell’Osservatore del traffico sulla Regina:”Mai distrarsi un attimo…”

Ecco come lavorano e cosa si dicono i signori che vedere in questi giorni sulle strade della trafficata arteria. Una nostra presa diretta per capire l'importanza della presenza

Vietato distrarsi un secondo. Concentrazione alta per le quattro ore di servizio sulla statale Regina: lo dice uno degli Osservatori del traffico che da qualche settimana stanno cercando di dare una mano alla circolazione sulla martoriata strada che da Como porta al centro ed alto lago (e viceversa). Una Regina spesso da incubo tra camion, rimorchi, pullman e tante auto. Noi ci siamo fatti raccontare da Giovanni – all’imbocco della Tremezzina – difficoltà e segreti per cercare di dare un aiuto alla circolazione. Una cosa fondamentale: attenzione e velocità. “Mai distrarsi un attimo, altrimenti sono guai qui…..”.

 

Obiettivo far passare – senza incroci pericolosi e deleteri alla circolazione – i mezzi più grossi in arrivo. E per questo gli Osservatori si sentono con radio ricetrasmittenti di frequente. Ogni tanti, nonostante l’impegno, qualche intoppo c’è stato, ma la situazione con loro è sensibilmente migliorata. Altro problema per questi Osservatori: caldo e inquinamento che ogni giorno si trovano a respirare in strada.

 

commenta