“Leaks” il libro di Philip Di Salvo per capire il rapporto media e potere

Julian Assange è stato il primo. Attraverso WikiLeaks , il sito da lui fondato, ha pubblicato documenti da fonti anonime e informazioni segrete, tra cui notizie riservate sui bombardamenti in Yemen, sulla corruzione nel mondo arabo, sulle esecuzioni extragiudiziarie da parte della polizia keniana e molto altro ancora. Chelsea Manning, ex militare americana ha  trafugato decine di migliaia di documenti top secret sulle operazioni militari in Iraq, e così Edward Snowden, l’informatico della CIA che ha rivelato come il governo statunitense adotti sistemi di sorveglianza di massa. Un giorno, forse, troveremo i loro nomi nei libri di storia, saranno sotto la voce “spie” o “eroi”?

Al momento è difficile stabilirlo, ma un analista della comunicazione come Philip Di Salvo può aiutarci a capire meglio i meccanismi e  le distorsioni del sistema informativo mondiale, e chi lo controlla, con il libro “Leaks. Whistleblowing e hacking nell’età senza segreti” (Luiss University Press),  che, martedì 4 giugno alle ore 18 verrà presentato a La Feltrinelli Como. Philip, comasco, ricercatore e giornalista, dialogherà con Andrea Quadroni del quotidiano La Provincia di Como.

“Il caso WikiLeaks, esploso pochi anni fa, e i numerosi casi di whistleblowing che continuano a essere al centro delle cronache, non hanno svelato al pubblico solo segreti militari e politici, ma l’esistenza stessa di questioni cruciali per l’intera società: che rapporto c’è tra informazione e potere? E chi lo detiene nell’era della disintermediazione apparente, dove sembra che nulla possa essere tenuto nascosto, e il concetto di verità è sempre più sfuggente? – afferma Philip Di Salvo nel presentare il suo saggio “Leaks. Whistleblowing e hacking nell’età senza segreti”  –  Questo libro ripercorre le vicende di Julian Assange, Chelsea Manning e Edward Snowden, fino al recente scandalo di Cambridge Analytica e dello sfruttamento illecito di milioni di dati personali di Facebook, mostrando come essi abbiano caratterizzato alcuni tra i maggiori dibattiti in corso sulla società interconnessa e il ruolo della rete entro i suoi confini. Leaks, attraverso il racconto dei fatti di cronaca, mostra come i concetti di trasparenza, privacy e libertà d’informazione siano cruciali per la sopravvivenza di una società aperta e democratica”.

Martedì 4 giugno ore 18:30
la Feltrinelli Libreria Como

ingresso libero