Il pirata di Olgiate in fuga: ecco come è stato “incastrato” dalle telecamere foto

La sua vettura bianca intercettata in diversi punti del territorio. Le parole del comandante della polizia locale che lo ha interrogato al colmando.

Omicidio stradale ed omissione di soccorso. Patente (internazionale e perfettamente valida in Italia) ritirata, auto (di proprietà del fratello) sequestrata. Si tratta di una Chevrolet bianca che le telecamere di sorveglianza di alcuni paesi vicini (foto sotto) hanno immortalato nell’immediatezza dello schianto tragico, costato la vita ad un motociclista di 54 anni di Tradate, Stefano Lojacono. L’uomo è morto per le gravi ferite riportate nel drammatico impatto tra la sua moto – proveniente da Lurate Caccivio – e la Chevrolet che, dopo aver sbagliato strada, ha deciso di fare inversione proprio sulla trafficatissima “Varesina”. Travolgendo il centauro e poi fuggendo per paura.

pirata di olgiate comasca scappa con la sua auto dopo incidente immagini telecamere

 

pirata di olgiate comasca scappa con la sua auto dopo incidente immagini telecamere

 

Non sono “indolori” le conseguenze per il tunisino di 45 anni che martedì mattina ha provocato questo tremendo incidente. L’uomo, che era in auto con la moglie, è in Italia da qualche giorno in vacanza, ospite del fratello in provincia di Cremona. Gli agenti della polizia locale di Olgiate, che lo hanno interrogato in serata dopo quasi 10 ore di fuga, hanno accertato che è un imprenditore con attività nel suo paese (titolare di un oleificio). L’aver rintracciato la vettura dello schianto – regolarmente assicurata – dovrebbe permettere alla famiglia dello sfortunato centauro varesino di ottenere almeno un risarcimento anche se il dolore resta enorme e impossibile da colmare.

 

Il tunisino, dopo la fuga per lo spavento, si è costituito al comando della polizia locale di Olgiate dopo diverse ore. Non è stato arrestato – ma denunciato per omicidio stradale ed omissione di soccorso come detto – perchè la legge prevede il fermo solo dopo le 24 ore dal fatto. Sopra le parole del comandante della polizia locale di Olgiate, Mario Fioravanti ieri mattina in diretta Facebook a CiaoComo.