Olgiate, si presenta alla polizia locale il pirata della strada: ora rischia l’arresto foto

E' un tunisino di 45 anni, è al comando della polizia locale con un legale. Da capire le ragioni della sua fuga.

Per il momento si sa poco di lui: sarebbe un cittadino nordafricano di 45 anni che abita in zona. In questi minuti si è presentato – con un legale – l’automobilista che oggi pomeriggio ha provocato un drammatico incidente ad Olgiate Comasco sulla “Varesina”: una manovra folle e sbagliata, la sua, forse dopo aver sbagliato strada, per tornare indietro. Inversione di marcia e schianto – contro la sua auto – da parte di Stefano Lojacono, 54 anni, di  Tradate (Varese) che era in moto. E per lui non c’è stato nulla da fare. Morto appena arrivato in ospedale al Sant’Anna. Lojacono è stato soccorso da un’ambulanza della Croce Rossa di Lurate Caccivio e da un’automedica. Le sue condizioni sono apparse subito disperate, poi il decesso. E’ stato intubato in posto vista la gravità della situazione, ma non è servito a nulla.

 

Il “pirata” che ha provocato lo schianto e poi si è dileguato sarebbe stato convinto dai suoi parenti a presentarsi: lo ha fatto in serata al comandante della Polizia locale di Olgiate Mario Fioravanti. La notizia oggi ha fatto rapidamente il giro del paese: uno choc anche per sindaco Moretti ed intero consiglio comunale, riunito questa sera in Comune. Ora la sua posizione è al vaglio degli inquirenti: rischia anche l’arresto per omissione di soccorso dopo una manovra così grave. Attualmente lo straniero è ancora al comando della polizia locale di Olgiate.