Lega, trionfo e al lavoro. Autocritica 5Stelle, il Pd:”Noi unica alternativa…” foto

Alessandra Locatelli:"Ora ci dobbiamo rimboccare le maniche, grande responsabilità". Chiara Braga:"Ambiguità finita, noi presenti".

Il trionfo della Lega di Salvini è nel segno dei festeggiamenti minimal. Dati-boom sul Lario, ma il giorno dopo è già tempo di rimboccarsi le maniche come dice il deputato Alessandra Locatelli, vice-sindaco di Como. Sopra le sue parole di queste ore dopo il successo inatteso per sua stessa ammissione. Oltre il 36& a Como città, quasi il 50% in provincia. Una legittimazione popolare che ora spinge i rappresentanti della Lega a dare ancora di più per il futuro.

schede per elezioni europee 2019 e urba per votazioni

 

La debacle forte sul Lario è dei 5Stelle. In redazione sono passati a trovarci Raffaele Erba e Fabio Aleotti. Qui sotto le loro spiegazioni di una tornata elettorale non certo all’altezza delle aspettative anche nei vari comuni dove erano presenti tra cui Cantù e Mariano Comense.

Il Pd, secondo partito in provincia, si tiene stretto il risultato ottenuto per un rilancio. Lo fa capire – con una dichiarazione alla redazione di CiaoComo – la deputata Dem Chiara Braga. ““C’è il governo, a trazione Salvini, con la complicità dei Cinque Stelle, privi della forza contrattuale per contrastarlo e della volontà, per ora, di farlo saltare. E c’è l’alternativa del centrosinistra. L’ambiguità è finita. E noi ci siamo, davvero. Perchè l’alternativa alla Lega è la nostra, valida e credibile”,