I ragazzi-social di Como:”Tanti pericoli in rete, il rischio di essere adescati…” foto

Oggi in città il pullman della Polizia di Stato e tanti testimonial tra cui De Sfroos. Le parole dell'ispettore della Postale

Quanti rischi, ragazzi. E non è un modo di dire. Lo hanno detto, a gran voce, gli agenti della polizia (postale e non) oggi in piazza Cavour a Como nell’incontro del tour itinerante “Una vita da social”. Con gli esperti a spiegare e dare suggerimenti e tanti ragazzi delle scuole a sentire, capire, cercare di immagazzinare. I social con le loro, straordinarie, potenzialità, ma anche con tantissimi rischi dietro la tastiera. Cosa fare per navigare sicuri e senza rischi ? “Facile da dire, difficile da fare per i più giovani che pensano di sapere tutti – ammonisce l’ispettore capo Nicola Pagani della Polizia Postale di Como -. Ma sicuramente l’adescamento dei minori è la cosa più frequente e preoccupante. Il tutto, spesso, dietro falsi profili che celano persone differenti da quelle che in realtà chattano con i giovanissimi. Lo scopo, spesso, è di natura puramente sessuale. Rischi e pericoli che continuiamo a combattere. Vogliamo mettere in guardia anche i genitori:; devono stare attenti ad usi ed abitudini dei figli“.

como una vita da social incontro polizia in piazza cavour con i ragazzi

Testimonial (video sopra) di questa giornata – ma anche qui per apprendere e riportare ai figli come ci ha detto lui stesso – il popolare cantautore Davide Van De Sfroos. Sopra le sue parole ed i rischi che, a suo giudizio, si nascondono dietro questi social.