La richiesta

Civitas chiede al sindaco di ripensarci:”Lasciate i cassonetti di abiti dismessi”

I gestori di questo servizio hanno ricevuto l'intimazione di rimuoverli tutti entro maggio. Magatti:"Danno sociale ed economico"

La richiesta è di rimozione entro i prossimi giorni. Via tutti da maggio, insomma. Tra qualche settimana a Como, secondo quello che sostiene la lista Civitas, progetto per la città, i cassonetti per la raccolta di abiti  dismessi, scarpe ed accessori spariranno definitivamente. Con ripercussioni sociali ed economiche di rilevanza importante. LO sostiene Bruno Magatti che di Civitas è il fondatore e rappresentante in consiglio comunale a Como. Ecco (video sopra) le sue parole. Con una richiesta al sindaco Landriscina: ripensarci urgentemente per affidare ad un nuovo soggetto il servizio, ora in proroga di una convenzione in precedenza stipulata con il Comune.

 

leggi anche
sgombero ex tintostamperia di via pastrengo a como polizia locale locale detriti sporcizia
Il blitz
Como, sgomberata la ex tintostamperia di via Pastrengo: qui tutte le immagini
commenta