Cantù, cercano di rubare in condominio: i residenti li fanno arrestare subito foto

Immediata la segnalazione ai carabinieri. I tre già condannati ed espulsi dall'Italia.

I carabinieri della Stazione di Cantù, dopo una complessa attività investigativa, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, P. G., classe 1990, N. L. classe 1986 (con precedenti di polizia) e G. M. classe 1985, tutti georgiani e in Italia senza fissa dimora, responsabili di tentato furto in abitazione. Operanti sono intervenuti presso una privata abitazione sita citata via, dove i proprietari di casa avevano richiesto intervento dell’Arma avendo notato 3 soggetti intenti ad introdursi nel loro condominio con la rottura del cancello.

 

I tre, scoperti dai proprietari di casa, sono scappati precipitosamente. Immediato intervento dei militari consentiva di bloccare uno dei tre ancora nei pressi del condominio, mentre gli altri due venivano individuati presso il mercatino dell’usato sito a poca distanza. I tre georgiani sono stati dichiarati arrestati e trattenuti in camera di sicurezza

Dopo l’udienza sono stati condannati: N.L. a 1 anno e 9 mesi di reclusione, mentre gli altri due a 1 anno e 2 mesi di reclusione, condanne che il Giudice ha disposto di sostituire con la misura alternativa dell’espulsione dal territorio dello stato mediante accompagnamento alla frontiera (alla quale si procederà nei prossimi giorni).

Si mantiene alta la concentrazione dei militari della Compagnia di Cantù per la repressione di tutte quelle condotte delittuose quali i reati predatori: gli sforzi e le indagini dei militari dell’Arma sono orientati costantemente a migliorare la sicurezza del cittadino, sia in via preventiva sia, come in questo caso, in via repressiva.

In tale quadro, si invitano i cittadini a segnalare ogni episodio sospetto al numero unico 112.