Quantcast
Doppio furto a Lurago: denunciati quattro ragazzi. C'è anche un minorenne - CiaoComo
Beccati subito

Doppio furto a Lurago: denunciati quattro ragazzi. C’è anche un minorenne

Il primo al dispensario farmaceutico, il secondo al bar del centro sportivo. Recuperato il Tv portato via

I militari della Stazione Carabinieri di Appiano Gentile, nel corso della mattinata odierna, al termine di una complessa attività investigativa, hanno denunciato P.G., classe 1989, M.I., originario del Marocco, classe 1999 e V.D., classe 1998 ed un ragazzo classe 2002, tutti residente in provincia di Como, autori di due furti avvenuti nel corso della notte tra il 9 e il 10 aprile 2019, al dispensario farmaceutico (in via Litta Rusca) di Lurago Marinone ed anche il centro sportivo denominato “Gruppo Sportivo San Giorgio Luraghese”.
I ragazzi avrebbero rubato denaro contante dalla cassa della farmacia pari a circa 150 euro, nonché un televisore, bottiglie di alcolici e poche decine di euro dalla cassa del Centro Sportivo. L’immediato intervento presso i citati esercizi commerciali a seguito di sopralluogo, ha fatto sì che venissero subito approntati i dovuti approfondimenti investigativi a cura della Stazione di Appiano Gentile.
Le indagini hanno consentito di:
– appurare che i due furti erano collegati tra loro e riconducibili ai medesimi autori;
– raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico dei rei, i quali, inoltre, hanno poi spontaneamente ammesso le loro responsabilità;
– rinvenire, nella loro disponibilità, parte refurtiva: il televisore, ad esempio, ed in una bottiglia di alcolici, restituita al legittimo proprietario.

 

I quattro ragazzi sono stati denunciati (il minorenne al Tribunale apposito di Milano). Resta alta la concentrazione dei militari della Compagnia di Cantù per la repressione di tutte quelle condotte delittuose quali i reati predatori: gli sforzi e le indagini dei militari dell’Arma sono orientati costantemente a migliorare la sicurezza del cittadino, sia in via preventiva sia, come in questo caso, in via repressiva: si invitano i cittadini a segnalare ogni episodio sospetto al numero 112.

Più informazioni
commenta