Quantcast

giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 19:24

Como, si presenta in Questura per chiedere il permesso e viene arrestato…. foto

Era stato colpito da decreto di espulsione nel 2006 quando utilizzava un altro nome. Oggi in Tribunale per il processo.

Più informazioni su

Sembra la scena di un film di Fantozzi. E’ quello che è avvenuto allo sportello dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Como dove si è presentato un egiziano di 42 anni per eseguire la procedura di identificazione per regolarizzare la sua posizione in Italia. Su di lui pendeva un decreto di espulsione risalente al 2006 quando utilizzava un altro nome. E per questo motivo è stato arrestato. Oggi comparso in Tribunale a Como dove il giudice ha convalidato il fermo e, su sollecitazione del difensore dell’uomo, ha rinviato la discussione al prossimo 24 aprile.

 

Durante l’attività di controllo per l’identificazione, è emerso che a luim, nell’aprile del 2006 (quando utilizzava un altro nome) era stato notificato un decreto di espulsione, emesso dal Prefetto di Milano con contestuale Ordine del Questore di lasciare il Territorio dello Stato entro 5 giorni. Aveva si rispettato questo provvedimento, ma poi è tornato in Italia prima che fossero decorsi 5 anni dall’effettivo allontanamento ed in assenza della prescritta autorizzazione ministeriale.

 

 

Più informazioni su