Albate, lo choc: ex comandante dei carabinieri condannato a quattro anni foto

Domenico Pisani riconosciuto colpevole di circonvenzione di incapace. Lui ha sempre negato tutto, ricorso in Appello.

L’ex comandante della stazione dei carabinieri di Albate, Domenico Pisani, è stato giudicato colpevole del reato di circonvenzione di incapace e condannato, ieri mattina in Tribunale a Como, ad una pena più elevata di quella richiesta dal Pm in fase di requisitoria: quattro anni di carcere con rito abbreviato. Il giudice dell’udienza preliminare  di Como, Massimo Mercaldo, ha anche assolto moglie e figlia dell’ex comandante per le quali la Procura aveva chiesto una condanna. Entrambe riconosciute estranee alla vicenda.

 

Il giudice ha infine disposto la trasmissione degli atti in Procura per valutare la sussistenza di un ulteriore reato, quello di riciclaggio. Tra il 2012 e il 2016, l’ex comandante di Albate avrebbe approfittato dell’amicizia di una anziana signora milanese per farsi “regalare” circa 100mila euro. Da qui l’accusa di circonvenzione di incapace. La notizia sta suscitando scalpore in tutti coloro che lo conoscono ed hanno avuto a che fare con Pisani durante il servizio alla stazione di Albate. Probabile il ricorso in Appello da parte del suo legale: Pisani ha sempre rigettato con forza le accuse cher gli sono piovute addosso dalla famiglia della donna milanese.