Da Italia’s got talent alle librerie, Simone Savogin presenta il suo nuovo libro a Erba e Como foto

La quarta edizione di Italia’s Got Talent si è chiusa con la vittoria del funanbolico pianista Antonio Sorgentone che ha conquistato Claudio Bisio, Federica Pellegrini, Mara Maionchi e Frank Matano, i quattro giudici dello show, ma la vera sorpresa è stato  Simone Savogin, il poeta di Alserio si è piazzato al quarto posto nella finalissima portando sul grande schermo il Poetry Slam di cui Simone è portavoce ed è stato tre volte campione italiano.

Onore alla trasmissione Sky che con coraggio ha proposto questa forma d’arta ancora poco conosciuta in Italia, che diventa una vera e propria gara quando gli slammer si esibiscono su un palco recitando i loro versi e, alla fine, è il pubblico a decretare il vincitore. Di origine antichissima, già i greci organizzavano questo tipo di competizioni,  ha avuto un rinnovato slancio negli ultimi anni, prima in America e adesso in tutto il mondo. In Italia il fenomeno ha numeri sorprendenti; solo nel 2018, gli eventi sono stati più di 300.  Simone Savogin ha partecipato a Italia’s Got Talent  proprio per portare a conoscenza il Poetry Slam, per  la finale si è esibito con un brano sul tema della giustizia, coinvolgendo numerosi personaggi d’attualità come Greta Thunberg, la 16enne svedese che ha messo in moto lo sciopero per il clima.

simone savogin

Venerdì scorso è uscito il nuovo libro di Simone Savogin Scriverò finchè avrò voce edito da Tre60. Si tratta di una raccolta che, giocando con i suoni e le allitterazioni si focalizzano sugli oggetti e sulle emozioni del quotidiano rielaborandole e offrendone spesso una visione straniata che impone una riflessione. Ed è proprio questo cambiamento del punto di vista che rende la raccolta Scriverò finché avrò voce, che contiene prevalentemente testi inediti, immediatamente «popolare», diretta ed efficace, apprezzabile da tutti.

Due appuntamenti per presentare il libro vedranno Simone, il primo a Erba, martedì 26 marzo ore 19, dove verrà presentato da Dalila Lattanzi alla Libreria di Via Volta (via Volta 28), successivamente alla Libreria Ubik di piazza San Fedele a Como venerdì 29 marzo ore 18 e a moderare l’incontro sarà Giuseppe Rondinelli.

simone savogin

Simone Savogin è nato a Como nel 1980 e vive da sempre ad Alserio. Laureato in Scienze e Tecnologie della comunicazione musicale a Milano, da ormai dieci anni è direttore del doppiaggio di videogiochi, cartoni animati e documentari. Prima di Scriverò finché avrò voce ha pubblicato Come farfalla nel 2018 e  Haikoodle nel 2017