Quantcast

Nuova protesta a Campione: candele e striscioni per avere risposte dalla politica fotogallery

Almeno 300 persone ieri sera in piazza. C'era anche il deputato Butti con Fermi ed Orsenigo. Oggi altro sciopero.

Candele tricolori e striscioni. Ed una richiesta, l’ennesima, alla politica:”Fate qualcosa per noi, non lasciateci soli….”. Almeno trecento persone ieri hanno partecipato al presidio organizzato davanti al municipio di Campione d’Italia. L’ennesima manifestazione per invocare un intervento importante e deciso per una comunità ormai in ginocchio a sette mesi dalla chiusura del casinò per fallimento lo scorso mese di luglio.
La manifestazione ha radunato i residenti dell’enclave, i dipendenti della casa da gioco e del comune e anche numerosi rappresentanti politici dei diversi schieramenti, che hanno risposto all’appello dei promotori a far sentire la vicinanza delle istituzioni. Un tentativo di rispondere alla sfiducia dei cittadini che solo pochi giorni fa, in segno di protesta per l’assenza di risposte della politica hanno provocatoriamente restituito le tessere elettorali. A Campione sono arrivati tra gli altri il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi, il consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo (non ha potuto esserci la deputata Chiara Braga) e il parlamentare di Fratelli d’Italia Alessio Butti. Presenti anche rappresentanti dei sindacati

 

Oggi, intanto, sciopero dei dipendenti comunali di Campione all’esterno del Comune. In attesa di risposte della politica che, per ora, non ci sono ancora. E creano rabbia ed esasperazione.