Quantcast

I truffatori in alto lago: raggirato un sacerdote, ma fermati dai carabinieri! foto

Un varesino ed una donna di Messina: si sono fatti consegnare una modesta somma prima di scappare. Si sospettano altri colpi simili.

Lo hanno commosso con la scusa di avere avuto sventure e disgrazie in serie. Nulla di vero, tutto inventato. Un 57enne di Varese, già noto alle forze dell’ordine per reati simili, ed una donna di Messina di 55 anni, sono stati fermati e denunciati dai carabinieri della compagnia di Menaggio. Sono accusati di avere raggirato e derubato di soldi (per fortuna non una somma considerevole da quanto si è appreso) un sacerdote dell’alto lago. I due, presi i soldi, si sono allontanati facilmente dalla parrocchia. Ma le successive indagini dei carabinieri di Dongo e di Menaggio hanno permesso di risalire a loro grazie anche al numero di targa rilevato vicino alla casa del parroco. Per entrambi la denuncia a piede libero.

 

Ora indagini in corso: i militari sospettano che possano avere colpito in altri luoghi del centro ed alto lago, magari portando via somme modeste (come quella al religioso) che spesso non vengono neppure denunciate dalle vittime. I carabinieri, comunque, ricordano alla popolazione di non  aprire la porta a nessuno nel dubbio e di contattare immediatamente il 112. Nei mesi scorsi i militari, anche quelli della compagnia di Menaggio, hanno svolto spesso incontri con la gente – anche in chiesa – per mettere in guardia dai truffatori e spiegare loro le scuse che spesso vengono usate per raggirare la buona fede della gente.