Quantcast

Il felino nell’olgiatese: tante segnalazioni, nessuna foto e ironia sui social…. foto

Punto della situazione. Il sindaco di Olgiate:"Tutti allertati, ma non ci sono foto. Diteci almeno se assomiglia ad uno di questi....."

Vince l’ironia sui social in questi giorni. Con tanto di foto di un felino sul corpo umano. Perchè la caccia al presunto puma – ora nei boschi dell’olgiatese dopo le segnalazioni a Cantù, Capiago, Casnate e Pointelambro – assume forme e colori differenti. E così il sindaco di Olgiate, Simone Moretti, usa i social per chiedere con tanto di foto a che razza corrisponde l’animale che tanti dicono di avere visto in questi giorni nei boschi tra Cagno, Concagno, Malnate ed hinterland. Dall’olgiatese in avanti, insomma. Ma nessuno lo ha fotografato. Tanto che, ad oggi, l’unica foto che lo immortala è quella diffusa la scorsa estate dal sindaco di Casnate Bulgheroni. Era stato notato aggirarsi tra i giardini del paese.

 

E le risposte al quesito di Moretti sono molteplici. Tra ironia (la foto sopra lo indica) e qualche legittima apprensione. Il sindaco di Olgiate rassicura i concittadini e gli altri abitanti dei paesi vicini:”Nessuno vuole sottovalutare la cosa, ma è pur vero – spiega – che ad oggi nessuno ci ha fatto avere una foto che una. Strano visto che tutti hanno il telefono sempre in mano….. Comunque – conclude Moretti – la polizia provinciale è in possesso di gabbie per la sua cattura che vengono spostate a seconda degli avvistamenti. E poi sono venuti da noi anche i carabinieri provinciali per informazioni sull’animale. Restiamo in attesa di ogni tipo di segnalazione, siamo pronti ad intervenire se sarà necessario“.

caccia al puma nei boschi dell'olgiatese, l'ironia corre sui social
caccia al puma nei boschi dell'olgiatese, l'ironia corre sui social

Per la cronaca Moretti ha postato su Facebook le foto di un Puma, di un Gatto dorato o Catopuma e di un Caracal (sopra e sotto). Per capire se chi sostiene di averlo visto può almeno dare una indicazione precisa…..

caccia al puma nei boschi dell'olgiatese, l'ironia corre sui social