Quantcast
Motori accesi

La Dakar pronta a decollare, le speranze di Cerutti: in gara anche per i bambini!

Il pilota comasco di nuovo al via del massacrante raid in Sudamerica. Domani sui social la diretta della partenza dal Perù.

Manca poco al via. La Dakar 2019, il rally raid più prestigioso del pianeta, si snoderà esclusivamente sulla pianura costiera del Perù, in particolare nella zona arida e sabbiosa tra la costa e la cordigliera delle Ande.

Partirà domani 6 gennaio da Lima, capitale del Perù.

10 tappe in totale: 2889 km di prove speciali su un totale di 5541 km con il 70% di fondo prevalentemente sabbioso.

Anche se i giorni di gara saranno inferiori rispetto alle edizioni precedenti, sarà ugualmente una Dakar molto complessa.

E’ prevedibile che la gara abbia inizialmente un ritmo leggermente inferiore, prima della giornata di riposo del 12 gennaio, rispetto alla seconda parte.

Etienne Lavigne, direttore della Dakar, ha commentato così la presentazione:

“L’edizione 2019 proporrà una serie di ostacoli, tratti difficili che potrebbero rendere la gara epica. Il percorso sarà davvero tecnico e dispendioso dal punto di vista fisico; i chilometri si faranno sentire, sembreranno il doppio, o anche il triplo. Una gara per veri duri dove le dune, la sabbia, le avversità tecniche dell’ambiente peruviano e la navigazione metteranno a dura prova i concorrenti”.

Al via anche il pilota comasco Jacopo Cerutti che ieri ha organizzato tutto il materiale necessario per la gara (abbigliamento e cibo) e sistemato, insieme ai meccanici, gli ultimi dettagli della moto (adesivi sponsor, forcelle, gomme, pulsantiera).

In seguito alle verifiche tecniche che si svolgeranno durante la giornata di oggi, la moto verrà messa in parco chiuso dove vi rimarrà fino alla sfilata sul podio di domenica! (Questa occasione sarà visibile sui social).

 

 

 

 

Il Progetto S.I.L.V.I.A.
Ricordiamo a tutti voi che per questa edizione Jacopo si batterà anche per un progetto molto speciale.

Dopo aver trascorso una giornata con i bambini della pediatria del Sant’Anna di Como e vista la sua amicizia con il Dott. Selicorni, primario del reparto, ha deciso di dedicare la sua Dakar al Progetto Bambini Fragili, ideato dalla S.I.L.V.I.A. ONLUS di Cantù. Questo progetto nasce proprio per aiutare i bambini della pediatria di Como e Cantù.

Per ogni tappa che porterà a termine donerà 100 €

Allo stesso tempo ognuno di voi potrà aiutarlo a donare per una buonissima causa tramite la ONLUS!

Al rientro dal Perù organizzeremo un’asta benefica con abbigliamento gara e gadget vari della Dakar e il ricavato andrà direttamente a loro.

Non è questione di mettere un like, questa volta bisogna mettere una mano sul cuore e aiutare chi ha davvero bisogno, ci vogliono solo 2 minuti.

“Per me dedicare al progetto la mia Dakar è motivo di grande orgoglio e motivazione… Spero di essere all’altezza”.

Quindi durante questi giorni di gara oltre a sostenere Jacopo nella sua più grande impresa ricordiamoci di pensare anche a tutti i bambini!

leggi anche
jacopo cerutti pronto per il prologo della Dakar 2019
Cerutti pronto
Jacopo sfila sul palco in Perù: emozione e batticuore, da oggi è vera Dakar
commenta