Como ed Erba “stoppano” i botti di fine anno: ordinanze e multe in vista foto

Divieti dei sindaci per la giornata e la nottata del 31 dicembre. A Cantù controlli della polizia locale in alcuni punti vendita: nessuna irregolarità

 

Stop ai pericolosi botti di Capodanno. Il sindaco di Como Mario Landriscina ha firmato anche quest’anno l’ordinanza con l’obiettivo di tutelare gli animali domestici in particolare. Il divieto di esplodere petardi, mortaretti o altri artifici simili dalle 14 del 31 dicembre alle 8 del primo gennaio ai non titolari di specifica licenza e autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche in luoghi pubblici. Il divieto riguarda le aree pubbliche particolarmente frequentate «o comunque in vicinanzadi altre persone, in particolare bambini ed anziani, ad una distanza inferiore a 100 metri da luoghi di ricovero, cliniche, ospedali, case di cura e di riposo», in presenza di animali domestici nonché in direzione degli stessi e a meno di 100 metri da ricoveri ed allevamenti di animali, a distanza inferiore a metri 100 da aree boschive e/o a rischio di incendio, tra cui porti ed aree di sosta e, infine, anche da terrazze a balconi.

In caso di violazioni sono previste multe che vanno da un minimo di 25 euro a un massimo di 500.

Stesso divieto firmato anche ad Erba dal sindaco Veronica Airoldi per tutelare in particolare anziani ed animali. A Cantù il vice-sindaco Alice Galbiati ha emanato un decalogo con i comportamenti da tenere ed un invito ad acquistare solo prodotti certificati e regolari e non affidarli a minorenni. E il il vice-comandante della polizia locale canturina, Gabriele Caimi, puntualizza e precisa:”I controlli effettuati circa la regolarità degli articoli pirotecnici in vendita sul territorio canturino hanno dato buon esito, le attività controllate avevano esclusivamente articoli rispondenti alle norme vigenti (come del resto era accaduto l’anno scorso). Non si sono registrate segnalazioni (ad oggi) circa l’uso di articoli pirotecnici che arrecasse disturbo alla cittadinanza“.

Anche altri comuni del territorio si stanno attrezzando in queste ore per firmare ordinanze anti-botti come quelle di Como ed Erba. Il dettaglio ve lo forniremo nelle prossime ore.