Quantcast

Figino, blitz dei carabinieri al cimitero: giovane preso dosi in auto e in tasca foto

E' un ragazzo del paese di 20 anni: marijuana per il suo arresto. Oggi il giudice lo condanna a quattro mesi ed è già libero.

Nuovo arresto dei carabinieri della Compagnia di Cantù, coadiuvati da personale della Compagnia di Intervento Operativo del 3° Reggimento “Lombardia” di Milano. In una operazione contro spaccio e degrado della zona, la scorsa notte,  i militari hanno proceduto al controllo di alcune persone nel parcheggio antistante il cimitero di Figino Serenza, meta, secondo le numerose segnalazioni giunte alla Centrale Operativa, di personaggi dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attenzione dei militari veniva attirata dal comportamento di un giovane che, alla vista dei Carabinieri, si mostrava particolarmente agitato e preoccupato. Il giovane, identificato in M.L., di anni 20, abitante a Figino Serenza, veniva pertanto sottoposto a perquisizione personale che portava al rinvenimento, all’interno del borsello che aveva con se, dieci involucri costituiti da sostanza stupefacente del tipo marijuana, pronti per essere venduti.

A bordo della sua autovettura, inoltre, venivano rinvenuti altri 4 involucri in cellophane contenenti altrettante dosi della medesima qualità di stupefacente. In casa, invece, il giovane deteneva un bilancino elettronico atto alla pesatura dello stupefacente, oltre alla somma di 65 euro in banconote di piccolo taglio occultata  all’interno di un barattolo, ritenuto essere il provento dell’attività di spaccio.

Nel complesso, dunque,  venivano sequestrati 31,14 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana: il giovane arrestato. Processato con rito direttissimo nella mattinata odierna, il Tribunale di Como lo ha condannato a mesi 4 di reclusione, disponendo la sua remissione in libertà.