Quantcast

Furti e truffe, allarme continuo: pensionata derubata a Cantù, raggiri pure a Como foto

I malviventi non si fermano. Assalti senza sosta, l'invito delle forze dell'ordine. Falsi tecnici Enel e falsi dipendenti del comune in giro......

Non ci sono soli i furti a preoccupare i comaschi in queste settimane. Furti a raffica tra case ed aziende. La bassa comasca – al momento – pare la zona maggiormente presa di mira. Assalti in villette ed abitazioni. Come ad Appiano Gentile dove i malviventi hanno smurato una cassaforte, poi ritrovata a Misinto (Monza Brianza) con all’interno una pistola.

Ma l’allerta delle forze dell’ordine resta alto anche per le truffe. In queste ore altri falsi tecnici Enel in azione a Como: due almeno gli episodi tentati – per farsi aprire le porte e poi entrare in azione – in città, la zona è quella di via Castellini. Ma attenzione: potrebbero colpire anche da altre parti. Invito alla massima attenzione da parte delle forze dell’ordine.

 

E proprio a Cantù – sempre in queste ore – assalto è stato fatto da due donne che parlavano italiano perfettamente secondo la vittima: raggirata e derubata una pensionata 90enne che abita in via Dante, zona molto centrale della cittadina brianzola, a ridosso di Largo Adua. Con la scusa di essere dipendenti mandati dal comune per controllare le sue medicine, le due si sono fatte aprire la porta. Una volta all’interno l’hanno derubata di 200 euro in contanti e dei gioielli che aveva in alcuni cassetti.