Quantcast

Cadavere nel lago dietro al Tempio Voltiano: il ragazzo non è stato ucciso foto

Il medico legale esclude la morte violenta, ma ora la parola passa all'autopsia. Scoperto domenica sera.

Il giallo resta ancora tale. I carabinieri di Como stanno cercando di dare un nome al corpo senza vita dell’uomo – straniero – ritrovato domenica, poco prima della mezzanotte, nelle acque del lago dietro al Tempio Voltiano. A lanciare l’allarme alcuni ragazzi che si trovavano ai giardini. Cadavere che, dai primi riscontri, era in acqua da diverso tempo con vestiti consumati. Non aveva documenti con sè anche se dovrebbe trattarsi di un cittadino dell’India o del Pakistan.

 

Ma mancano le conferme ufficiali. I primi accertamenti del medico legale e dei militari avrebbero escluso la presenza di segni di violenza, escludendo così l’ipotesi di un omicidio. Il magistrato di turno in Procura a Como ha comunque disposto l’autopsia per chiare le cause del decesso. E nel frattempo si lavora per la sua identificazione.