Quantcast
La follia

Ad un passo dal coma etilico: lo schianto e la fuga. E altro pirata sulla Regina….

La polizia conferma che il giovane di San Fermo - che sabato scorso ha tamponato una vettura con quattro ragazzi a bordo - era in condizioni psico-fisiche alterate.

Era ad un passo dal coma etilico. Viaggiava in condizioni assolutamente non idonee: tasso alcolico 4 volte superiore al consentito, vicino appunto al coma per la troppa assunzione di alcool. Facile ritenere che in queste condizioni – come informa la Questura di Como – non potesse essere lucido quando venerdì scorso  ha urtato con la sua auto – danneggiandola seriamente – un’auto sull’autolaghi A9 che la precedeva. Quattro giovani a bordo, tutti feriti e sotto choc. Per fortuna nessuno grave, ma lo spavento è stato fortissimo.

Oggi la Polizia ha spiegato che il 34enne di San Fermo, autore di quel gesto sconsiderato (la fuga dopo l’impatto), era in condizioni psico-fisiche inadeguate e che dopo l’impatto è andato a casa a nascondere la vettura nel garage di un vicino. Sulla carrozzeria – evidenti – i segni dell’impatto. Per lui la denuncia a piede libero ed il ritiro della patente di guida. Per un tempo da accertare.

Ma non è stato l’unico pirata di questi giorni. Lunedì mattina, poco prima di mezzogiorno, sulla Regina a Carate un pensionato di 85 anni – residente in paese – è stato urtato e gettato a terra da un’auto il cui conducente non si è fermato a prestare soccorso. Rintracciato poco dopo dalla Polizia, si è giustificato così:”Non mi sono accorto…..”. Denuncia anche per lui, si tratta di un 58enne residente in Valle d’Intelvi.

leggi anche
incidente a9 autolaghi auto distrutte galleria quarcino
La precisazione
L’incidente in A9:”Vettura distrutta per colpa di un pazzo che non si è fermato…”
incidente a9 autolaghi auto distrutte galleria quarcino
Beccato
Il “pirata” dell’autostrada rintracciato dalla Polstrada: denunciato per omissione
commenta