Quantcast

Fenegrò: giornata dedicata alla legalità con il Generale Angiolo Pellegrini

Più informazioni su

Venerdì 5 ottobre il Generale Angiolo Pellegrini, già stretto collaboratore del giudice Falcone, trascorrerà a Fenegrò una giornata dedicata alla legalità e all’educazione civica.

Alle ore 10.00, nell’Auditorium delle Scuole Medie, incontrerà gli studenti dell’Istituto Comprensivo “G. Bosco”, che raccoglie, oltre a quelli di Fenegrò, gli alunni di Cirimido, Limido Comasco e Lurago Marinone. ‘’Voglio che i giovani sappiano chi era Giovanni Falcone’’. Questo è lo scopo principale dell’allora Comandante della Sezione Antimafia di Palermo, che si racconta nel libro: “Noi, gli uomini di Falcone”.

Alle 12.00, al termine dell’incontro e nello spazio adiacente l’Auditorium, alla presenza delle autorità civili e religiose, il Generale inaugura il “Giardino Falcone e Borsellino”.

In serata, nuovo appuntamento con gli “Aperitivi letterari” di Fenegrò, presentazioni di libri e incontri con gli autori. Alle ore 20.00, nel Centro Polifunzionale di Via Roma, 22, il Gen. Pellegrini presenterà il libro “Noi, gli uomini di Falcone”, scritto insieme al giornalista Francesco Condoluci, edito da Sperling & Kupfer. A seguire, l’aperitivo conviviale. Introduce Giancarlo Nicoli, consigliere comunale delegato alla cultura e alla biblioteca.

Ingresso libero

Angiolo Pellegrini.
Generale dell’Arma dei Carabinieri, è stato comandante della sezione antimafia di Palermo dal 1981 al 1985. Come uomo di fiducia del pool, ha portato a compimento le più importanti indagini nei confronti di Cosa Nostra.

“Noi, gli uomini di Falcone”
Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini assume il comando della sezione Anticrimine dell’Arma dei Carabinieri, la mafia tiene la Sicilia sotto scacco. Unica speranza, un giudice che con alcuni colleghi ha fatto della lotta alle cosche la sua missione: Giovanni Falcone. Ha bisogno però di uomini fidati che portino avanti le indagini. E Pellegrini non si tira indietro: mette insieme una squadra di fedelissimi e va a infilare il naso dove nessuno ha mai osato, guadagnandosi l’amicizia e la stima del magistrato. Questo libro ricostruisce dall’interno, a ritmo serrato, il periodo più drammatico ed eroico della guerra a Cosa Nostra. Una guerra che, in fondo, erano davvero pochi a voler vincere.

Gli Aperitivi letterari sono un’occasione per ritrovarsi, essere comunità e fare cultura, insieme.
Il relativo blog è visitabile al seguente indirizzo: https://aperitiviletterari.wordpress.com/

Più informazioni su