Il Como soffre ad Olginate, ma mostra anche il cuore: 1-2 e resta capolista foto

Prova di carattere dei ragazzi di Banchini: espulso Borghese nella ripresa, stringono i denti e portano a casa tre punti notevoli

Più informazioni su

Sofferenza e tanto cuore. Un mix che il Como tira fuori ad Olginate nella terza di campionato di serie D per portare a casa un altro bel successo (1-2) e restare capolista a 9 punti. Non facile, anzi, molto sofferta per come si sono mese le cose. Bene in avvio di primo tempo. pronti via e Gentile, di testa, la butta dentro con un tocco sottoporta.

como in festa ad olginate dopo la vittoria 2-1 giocatori in cerchio e sotto i tifosi

Poi la situazione si è complicata e di molto nella ripresa. Primo tempo anche con l’infortunio a Gabrielloni, costretto ad uscire con una contusione al ginocchio: CIcconi al suo posto. E lo stesso Gentile che nel finale di tempo per poco non fa il due a zero. Bravissimo il portiere Radaelli a dire no al capitano azzurro.

Ripresa. Pronti via ed il Como si distrae in difesa. Tremolada ne approfitta e fa 1-1. Banchini mette dentro Sbardella e il giovane Più (classe 2000) in avanti. Pochi minuti e da angolo – come nel primo gol – nasce il raddoppio. Martino Borghese, da sotto porta, tocca di testa e fa 1-2. Esultano i tifosi lariani presenti.

Ma passano pochi minuti e lo stesso Borghese si fa cacciare dall’arbitro per un contatto in area. Che lo stesso difensore poi giura di non avere fatto. “Cose normali” ha spiegato al direttore di gara ad a Cristofoli, finito a terra in piana area. Rosso diretto per il difensore e Como in dieci per gli ultimi 25 minuti.

Sofferenza e un pò di apprensione, ma nessun rischio per il portiere Laurencon. Poi si chiude con la festa sotto la curca. Capolista dopo tre giornate con 9 punti. Può bastare per ora anche se l’infortunio di Gabrielloni può essere davvero preoccupante.

Più informazioni su