Quantcast

A Cantù spunta una Radura in piazza e inizia il Festival del Legno foto

In mezzo alla piazza di Cantù, da oggi, c’è una Radura delimitata da un “bosco” frutto della maestria artigiana canturina e della progettazione di Stefano Boeri, l’architetto del Bosco Verticale di Milano. Radura è il simbolo della sesta edizione del Festival del Legno di Cantù che si inaugura oggi e proseguirà sino al 14 ottobre. Ma Radura è, anche e soprattutto, un’idea di spazio pubblico per la decongestione nel quale fermarsi, riposare, aspettare.

festival del legno cantù

I creatori di Radura lo descrivono come uno spazio aperto con un perimetro permeabile, situato all’interno di uno spazio aperto più vasto. Radura è un dispositivo urbano per diluire l’intensità dei flussi e dei movimenti. Radura è un’esperienza di atmosfera sonora in contrappunto con i ritmi urbani.

 

La Radura in Piazza Garibaldi inaugurata questa mattina alla presenza dell’architetto Boeri, rinnova il matrimonio tra il legno e la città che per 15 giorni si festeggerà con i tanti eventi in programma. Alle 18 di oggi l’inaugurazione ufficiale presso ENAIP Factory in via Borgognone con la sfilata di abiti realizzati in legno marchiati Tabu Veneers e l’apertura di ‘MAESTRI INTARSIATORI LIGNEI ITALIANI’. Questa terza rassegna vuol mettere in risalto come attraverso l’antica forma d’arte dell’intarsio, si possa realizzare un’esposizione collettiva di intarsiatori italiani, in grado di produrre forme e contenuti moderni e creativi di grande bellezza.

festival del legno cantù

Già dalla mattina a Cantù e paesi limitrofi ci sono le Botteghe Aperte ovvero i percorsi nei luoghi di produzione, per far conoscere l’arte, la professionalità, la passione e l’intelligenza degli artigiani nella produzione degli elementi di arredo. Qui il dettaglio delle Botteghe Aperte.  L’iniziativa “Shopping & Design – la vetrina è mobile” , invece, coinvolge i commercianti in una sinergia tra due settori quali quello produttivo – artigianale e quello commerciale, al fine di rendere più attrattive ed accattivanti le vetrine cittadine e valorizzare il percorso dello shopping. Dato l’ottimo riscontro dello scorso anno, viene riproposta la collaborazione con l’Associazione ASPROLEGNO, sia per l’organizzazione della manifestazione che per la giuria delle vetrine divise in 4 categorie merceologiche: ABBIGLIAMENTO E CALZATURE – ACCESSORI, GIOIELLI, FARMACIE, CURA DELLA PERSONA – FOOD (alberghi, ristoranti, bar, alimentari) -ALTRI

Nel pomeriggio di oggi e domani in occasione del Festival del Legno di Cantù al Parco de I Concettini in Viale Alla Madonna “I Concettini in Festa” è la rassegna di spettacoli, laboratori e mostre il cui ricavato andrà alle finalità educative dell’Istituto Immacolata Concezione.

La prima giornata di festival si conclude, infine, con “Bye Bye Butega”, la serata organizzata presso Effebi Arredamenti a partire dalle ore 20, con dj set, show di luci, esibizioni di swing, zucchero filato e musica dal vivo.

festival del legno cantù

Il week-end continua con la seconda giornata di manifestazione, anch’essa ricca di eventi: domenica 30 settembre proseguono le iniziative all’interno delle “Botteghe Aperte” e delle “Botteghe della Progettazione” con  Marzorati Camerette, Eredi Marelli, Riva 1920, Studio Molteni, Studio Moscatelli, e Studio Fauciglietti con attività che coprono l’arco di tutta la giornata.

Nell’ambito della collaborazione tra il festival e l’Ordine degli Architetti di Como viene proposto ITINERARIO GM 100. Per celebrare il centenario di Giulio Moscatelli
visite presso STUDIO MOSCATELLI – Via Roma, 9 – Cantù domenica 30 settembre alle ore 10.00-12.00 e 15.00 – 17.00

Dal 1945 Studio Moscatelli si occupa di progettazione architettonica e di design degli interni. Lo studio, fondato da Giulio Moscatelli, ha realizzato numerosi edifici residenziali e produttivi della provincia di Como. Tra questi figurano le tre esposizioni del mobile canturino: la Galleria mobili d’arte (1955), il Consorzio esposizione mobili (1956) e il Palazzo Artigiani del Mobile (1959). L’itinerario della visita allo studio, alle opere artistiche e ai progetti di Giulio Moscatelli con gli eredi dello studio. Segue la proiezione dei disegni delle tre esposizioni del mobile canturine con Tiziano Casartelli e la visita della Galleria Mobili d’Arte.

festival del legno cantù

Nel pomeriggio alle 17 a Villa Calvi è in programma il primo dei tre incontri legati alla mostra “Il progetto è come una ricetta? – Idee e ingredienti raccontati al femminile”, con il laboratorio a cura di Simona Maspero e Veronica Terraneo dal titolo “Osservare- Pensare – Fare” con visita guidata.

Sempre alle ore 17 lo Studio Molteni Baron attende il pubblico per “Si prende un caffè filosofeggiando… sulla funzione di ideare”, un pomeriggio per chiacchierare insieme su cosa sono le idee con Maurizio Migliori, già professore ordinario di Storia della Filosofia Antica all’Università statale di Macerata.

La giornata termina con l’ultimo atteso appuntamento, alle 20.45 presso il Teatro San Teodoro: la conferenza “Cantù città del mobile – Il segreto di un successo che guarda al futuro”, che affronta il tema dell’importanza delle relazioni economiche, politiche e culturali in essere nella filera del legno-arredo. Intervegono all’incontro, moderato dal Direttore de La Provincia Diego Minonzio, Stefano Bordone (Vice Presidente FederlegnoArredo), Simone Bertolino (Consorzio AASTER), Salvatore Amura (Presidente IED Accademia Galli), Ilenia Brenna (Direttore Enaip Cantù), Angelo Porro (Presidente Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù BCC). Previsto, inoltre, un video-intervento dell‘Architetto Stefano Boeri, Presidente della Triennale di Milano.

festival del legno cantù

La sesta edizione del Festival del Legno sarà l’occasione per incontrare innovazione e tradizione, cultura e design, eventi di piazza e convegni tematici e, quale tema principale del festival, sarà l’occasione per celebrare l’universo femminile che da sempre orbita intorno alla filiera del legno arredo canturino, con il tema “La donna è mobile”: un piacevole mix di approfondimenti, interventi ed incontri pubblici con architetti, designer e manager culturali per parlare delle donne che, da oltre un secolo, contribuiscono con le loro professionalità, a celebrare in giro per il mondo la città di Cantù e le sue eccellenze

Oggi il primo appuntamento con “le donne mobili” oggi nella street art per le vie di Cantù. Artisti potranno cimentarsi nel concorso realizzando un’opera in maniera autonoma ed originale utilizzando la propria tecnica espressiva sul tema della donna. Le opere realizzate resteranno in mostra e messe in vendita per beneficenza nel chiostro del Comune in Piazza Parini. Domani alle 17.45 inaugurazione della mostra “Il mondo (è) delle donne” nell’ex chiesa di Sant’Ambrogio con l’esibizione della ballerina e artista del Teatro alla Scala Anna Olkhovaya, musica dal vivo con “Ladies in Soul”, la proiezione del documentario relativo alla creazione della mostra e un mini-tour virtuale. Altri appuntamenti saranno dedicati alle donne nel corso delle due settimane di manifestazione.

festival del legno cantù

Il Festival del Legno di Cantù è la vetrina non tanto del prodotto finito quanto del “saperlo fare” , una tradizione lunga qualche secolo di ingegno e di gusto che ha prodotto alcuni tra i più bei mobili al mondo. La filiera produttiva del legno-arredo costituisce per la Città di Cantù l’elemento distintivo della propria storia socio-culturale nonché l’elemento trainante di un’economia artigianale e manifatturiera che, pur in un momento storico di stagnazione economica, rappresenta tuttavia un’eccellenza ed un modello sul palcoscenico italiano ed internazionale. Dal 2013 l’Amministrazione Comunale ha ritenuto doveroso celebrare il legno e a tutta la filiera dando vita al Festival del Legno che, con questa edizione, cambia di denominazione e immagine per meglio connotarsi. L’ esatto nome dell’evento sarà quindi “CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO

Location principali: Villa Calvi, Corte San Rocco, Sant’ambrogio, Piazza Garibaldi, Largo XX Settembre, Factory Di Enaip Lombardia, Teatro San Teodoro, oltre alle sedi che ogni realtà aderente ha messo a disposizione per ospitare gli eventi.

Per i visitatori è stato approntato un servizio di bus gratuiti. Per conoscere itinerari e orari clicca qui

 

L’edizione del 2017 ha rappresentato il principale evento di promozione del territorio organizzato dall’Amministrazione Comunale nel corso dell’anno, con un calendario di eventi ed iniziative (alcune più “popolari”, altre dirette prevalentemente agli addetti ai lavori) che ha reso la Festa del Legno un punto di riferimento dell’attività di marketing territoriale della Città di Cantù, rivolto innanzitutto al settore del legno-arredo.

La passata edizione si è chiusa con numeri da record:
16 giorni e 3 week end di manifestazioni
42 aziende e 74 negozi coinvolti
11 associazioni culturali e 6 associazioni di categoria
1 Comune (Comune di Figino Serenza)
12 Mostre permanenti
1 installazione artistica appositamente realizzata per questa edizione della Festa
16 Botteghe Aperte (visitatori stimati tra i 12.000 e i 15.000; alcune delle quali hanno allestito vere e proprie Mostre e Convegni)
Complessivamente, 93 appuntamenti in 2 settimane
3 scuole coinvolte: Liceo Melotti, Istituto Sant’Elia, Enaip Lombardia (un centinaio di studenti impegnati nell’ambito di progetti di alternanza scuola lavoro per fare da guida alle mostre)

Nuove importanti collaborazioni con l’Ordine degli Architetti di Como, l’Accademia di Belle Arti “ALDO GALLI” – IED ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN di Como, l’Accademia di Belle Arti di Brera
Ospiti internazionali grazie alla collaborazione con l’Associazione RussiA Como e la rivista OZERO COMO.
A ciò si aggiunga l’altissima attenzione raccolta sui social network che, grazie ad una campagna di comunicazione mirata e puntuale, ha raggiunto anche un ampio pubblico di professionisti del design e della progettazione, tra i 25 e i 40 anni.