Brienno, arrivano i carabinieri: cantiere sotto sequestro, lavori in zona frana foto

Stop all'attività dove nel 2011 era avvenuto il disastro. Tre persone denunciate tra cui il committente.

Dovevano solo demolirlo, ma loro sono andati oltre. Avviando una vera e propria ristrutturazione. Lo hanno accertato i carabinieri forestali di Como che hanno posto sotto sequestro il cantiere di via Regina a Brienno e denunciato  committente, direttore ed esecutore dei lavori. I militari hanno accertato la costruzione di opere edili abusive in un’area a elevato rischio idrogeologico dove è esclusa ogni forma di edificazione, quella della frana avvenuta nel 2011 e che ha devastato il paese del lago.

“La ditta incaricata – rendono noto i carabinieri forestali agli ordini del maggiore Fabio Scordo – avrebbe dovuto limitarsi a demolire un edificio parzialmente distrutto dalla frana mentre in aperta violazione alla normativa urbanistica e paesaggistica, dava esecuzione a lavori di ristrutturazione”. così la nota dei militari diffusa oggi. Da qui il sequestro del cantiere e la denuncia dei tre per abusi edilizi.