E riecco la scuola: gran traffico, emozione, libri-cari ed il saluto degli assessori foto

La prima giornata. In città i soliti problemi sulle strade, in aula mancano ancora diversi insegnanti.

L’emozione – fortissima – di chi per la prima volta è entrato in un’aula. Quella dei genitori che li hanno accompagnati. Ma anche il ritorno tra gli amici ed i compagni dopo un paio di mesi di vacanza. E il traffico che è tornato intenso in tutta la città fin da stamane. Insomma, è tornata la scuola anche a Como e provincia ed in molti se ne sono accorti stamane. Ripartenza con i soliti problemi anche di cattedre da completare e di presidi non ancora presenti. Insomma, un pò di confusione – tra città e territorio – che rischia come denunciano i sindacati – di far iniziare l’anno con qualche mal di pancia. A parte quello di moltissimi genitori per il caro-scuola che si fa sempre molto sentire…..

 

L’assessore alle politiche educative – Amelia Locatelli – e la collega di giunta Elena Negretti stamane sono andate in via Fiume per salutare a nome dell’amministrazione cittadina il personale scolastico ed alcuni degli studenti.

Per i ragazzi che sono tornati in aula stamane anche una lettera aperta da parte dello stesso assessore e del sindaco Landriscina

Eccola di seguito con le parole agli studenti, piccoli e meno piccoli,

 

Cari bambini e cari ragazzi,

 

è giunto il momento di iniziare un nuovo anno scolastico, che per alcuni di voi rappresenta una nuova avventura, la scoperta di un nuovo mondo. Per altri sarà il proseguo di un cammino già intrapreso. Siate orgogliosi di essere parte di questo importante percorso e apprezzate questa preziosa opportunità che, purtroppo, non hanno tutti i vostri coetanei nel mondo. Sentitivi quindi fortunati di poter partecipare e condividere questa esperienza.

 

Sarà un percorso appassionante in cui confermerete alcune amicizie e ne svilupperete delle nuove esplorando realtà di cui forse avete solo sentito parlare. Proverete emozioni, curiosità e soddisfazioni che vi accompagneranno e vi coinvolgeranno strada facendo. Tutto questo vi consentirà di diventare donne e uomini in grado di affrontare la vita in maniera consapevole e adeguata. Potrete incontrare qualche momento difficile, ma vivrete anche tante gioiose occasioni di crescita.

 

Accanto a voi ci saranno sempre i vostri insegnanti e tutti gli operatori scolastici con un compito davvero unico e prezioso: trasformare ogni istante di questo cammino in un momento educativo che vi aiuterà a diventare grandi. E’ giusto quindi sottolineare la centralità del loro ruolo, non solo in quanto dedicati alla trasmissione del sapere, ma anche alla formazione dei cittadini di domani innanzitutto come Persone. Non li scorderete mai, con il tempo capirete il bene che vi hanno fatto e assicurerete loro sincera gratitudine.

 

Le vostre famiglie vi assisteranno sempre, vi sosterranno, condivideranno il vostro percorso. Non vi sentirete mai soli e, fermo restando il vostro impegno, arriverete alla meta e ne sarete felici!

 

L’impegno delle Istituzioni ci sarà: sosterremo l’importanza del ruolo educativo della scuola e vigileremo per assicurare adeguato impegno da parte di tutti. A tale proposito il Comune, per quanto di competenza, si farà ancora parte attiva per proporre percorsi e progetti che hanno lo scopo di essere tangibilmente vicini agli allievi, alle famiglie, agli insegnanti e a chiunque operi nella scuola. Questo nella convinzione che la condivisione di intenti sia alla base di un processo educativo orientato all’indispensabile risultato di qualità.

 

L’augurio è di essere sempre attenti e disponibili all’apprendimento, con la giusta curiosità e con l’entusiasmo da dedicare al piacere della conoscenza, al gusto dell’amicizia, alla scoperta dell’autorevolezza e generosità dei vostri insegnanti. L’esperienza scolastica è fondamentale nella vita e rimarrà scolpita nella vostra memoria, nel cuore dei vostri genitori e di chi vi avrà accompagnato in questo straordinario viaggio.

 

A tutti quindi, allievi, genitori, insegnanti e operatori scolastici auguriamo un anno proficuo e un buon cammino.

 

Mario Landriscina

Amelia Locatelli