Finti tecnici dell’acqua portano via gioielli per 70.000 euro a due donne foto

Le hanno raggirate anche grazie alla presenza di un carabiniere finto in divisa. Preziosi messi in frigorifero, poi la fuga.

Ancora più brutta perchè arriva dopo diverse settimane di iniziative pubbliche per sensibilizzare sul fenomeno delle truffe. Eppure gli spietati truffatori hanno colpito ancora una volta. Sfrontati e decisi. I finti tecnici dell’acqua, con tanto di carabiniere (finto) con loro, hanno colpito a San Fermo in una abitazione della zona periferica del paese. Secondo quanto ricostruito, i falsi tecnici sono entrati nell’abitazione di una donna di 69 anni, con la scusa di un inquinamento della falda acquifera. Erano accompagnati da un finto carabiniere in divisa (simile a quella vera)

I tre sono riusciti a convincere la donna a prendere i soldi e i gioielli, chiuderli in un sacchetto e a metterli nel frigo, al riparo dall’acqua inquinata. Stessa sceneggiata fatta anche con la nuora di 54 anni, arrivata poco dopo in appartamento. Le due sono state raggirate e distratte in modo tale che uno dei truffatori si è impossessato dei gioielli messi in frigorifero: in tutto oltre 70.000 euro da quanto si è appreso.

Resta alto l’allarme, dunque, in tutto i territorio. Ed i carabinieri, quelli veri, che insistono nelle loro prediche in chiesa o negli incontri pubblici: non fare entrare nessuno in casa e chiamare il 112. Consiglio che, a San Fermo, non ha avuto esito concreto.