Aggressione in piazza Volta:”Clima di odio creato dal Governo e da Salvini” foto

Rifondazione comunista all'attacco dopo l'ultimo, sconcertante, episodio avvenuto in città. E sono bordate per il MInistro dell'Interno.

«Il clima d’odio voluto dal #Governo e dal ministro #Salvini ha colpito anche #Como. Lo scorso lunedì sera infatti un CITTADINO COMASCO di 45 anni ha violentemente aggredito a pugni in faccia un cittadino di origine albanese che chiedeva l’elemosina fuori da un locale di Piazza Volta.
Grazie ad alcuni passanti che hanno prontamente chiamato il numero d’emergenza sul posto sono intervenutele forze dell’ordine che, dopo aver appurato i fatti, hanno denunciato (purtroppo a piede libero) l’aggressore a casa del quale sono state rinvenute anche 3 pistole poi preventivamente sequestrate. Mi chiedo ora se le autorità cittadine solitamente tanto attente nel rimuovere le panchine dove sostano i migranti spenderanno almeno una parola di solidarietà verso la persona che ha pagato a pugni in faccia l’ira razzista di un membro onorario della peggiore parte della nostra città».

La nota arrivata in queste ore in redazione è a firma di Fabrizio Baggi di Rifondazione Comunista