Quantcast

Felino oppure no ? Trappole ed apprensione tra Casnate ed il canturino foto

Il sindaco Bulgheroni invita alla calma, ma sui social le cose vanno veloci: ipotesi e paura. Si scruta la zona a distanza, ci sono le trappole

Hai voglia a dire che è un “animale non ancora identificato” come, giustamente, lo ha definito il sindaco di Casnate Fabio Bulgheroni. Ma sui social le cose vanno più veloci che da altre parti. E per molti è già un feroce puma, per altri una lince, per altri ancora un altro esemplare di felino di dimensioni medio-grosse. Hai voglia a dire che, in caso di avvistamento, si deve chiamare subito il 1515. E hai voglia a mettere – come è stato fatto – le trappole da parte della polizia provinciale nel tentativo di poterlo fermare.

Con il passare dei giorni cresce la preoccupazione e l’ansia di molti residenti della zona degli avvistamenti: da Casnate, appunto, al canturino dove – pare, ma non  è sicuro – possa aver fatto danni ed attacchi a pollai e pure a due cani in zona Senna Comasco. L’apprensione di chi abita in zona corre veloce proprio sui social in queste ore: è vero o non è vero ? E se si, è aggressivo e quanto ? Queste le domande più frequenti tra chi è ancora a casa e non è andato al mare.

 

Di fatto – e su questo vanno rassicurati i cittadini – in stato di allerta gli agenti della polizia provinciale e dei servizi veterinari della zona: oltre alle trappole collocate – per poterlo fermare ed identificare – ecco che sono attivi vari servizi di controllo e pattugliamento delle zone interessate. Da Casnate a Senna per poi arrivare fino ai boschi a ridosso di Cantù.